Nasce Volkswagen Autonomy GmbH (VWAT), condurrà tutte le attività per mettere su strada antro il 2025 un veicolo autonomo di livello 4

Il gruppo Volkswagen spinge l’acceleratore sulla guida autonoma e lo fa partendo dai veicoli professionali che operano in aree urbane sia per il trasporto di merci sia di persone.  Il tutto avverrà attraverso la neonata Volkswagen Autonomy GmbH (VWAT GmbH) una società che ha sedi a Monaco e Wolfsburg, a cui se ne aggiungeranno una nella Silicon Valley nel 2020 e una in Cina nel 2021.

L'obiettivo dichiarato è quello di mettere su strada un veicolo a guida autonoma entro la metà del prossimo decennio. Entro la fine dell’anno le risorse di Volkswagen Group Research assegnate alla guida autonoma saranno trasferite a VWAT GmbH.

[copertina]  gradi di guida autonoma

Un guida d'esperienza

La società si muoverà come centro di eccellenza sulla guida autonoma a partire dal Livello 4 e per creare conoscenze e abilità all’interno del gruppo con l’obbiettivo di portare la guida autonoma sul mercato.

Per guidare la consociata è stato chiamato Alexander HitzingerVice Presidente Senior per la guida autonoma del Gruppo Volkswagen e Membro del Consiglio di Amministrazione con responsabilità per lo Sviluppo Tecnico della marca Volkswagen Veicoli Commerciali. 

Volkswagen I.D. Buzz

Si parte dai veicoli commerciali

Ed è proprio dai veicoli commerciali, come detto che Volkswagen intende partire con i progetti Mobility-as-a-service (MaaS)Transport-as-a-service (TaaS)quindi soluzioni di mobilità urbana per persone e merci e nelle aree urbane, sviluppando e costruendo veicoli per uso speciale come robo-taxirobo-van.

Volkswagen I.D. Buzz

A questo progetto si aggancia la collaborazione di Volkswagen, con Ford anche nel campo nel campo della guida autonoma. Un accordo che include anche una partecipazione in ARGO AI, azienda specializzata nello sviluppo di software. Con cui VWAT lavorerà a stretto contatto con l’obiettivo di realizzare un Self Driving System standard per tutti i marchi del gruppo e il primo a beneficiarne sarà proprio Volkswagen Veicoli Commerciali.

Gallery: Volkswagen I.D. Buzz