Dal prossimo anno verranno restituite solo per percorrenze di un minimo di un chilometro al litro

Il rimborso della accise sul gasolio per autotrazione è un "sussidio dannoso" con questa motivazione, nella bozza del Documento Programmatico di Bilancio 2020, approvata dal Consiglio dei Ministri, si sono introdotti dei limiti all’importo massimo rimborsabile alle imprese di trasporto di merci e persone dell’accisa agevolata sul gasolio commerciale.

Minimo un chilometro per litro

I rimborsi si potranno ottenere solo sulla base di una percorrenza di minimo un chilometro al litro, mentre ora il rimborso viene riconosciuto sull’intero quantitativo consumato. L’obbiettivo dichiarato del Governo è quello di "evitare situazioni elusive" e di incentivare l’utilizzo di mezzi efficienti nelle attività di autotrasporto.

Gallery: Volvo Trucks FH I-Save

Risparmio iniziale di 40 milioni

La minor spesa per lo stato ammonterebbe a circa 40 milioni per il 2020, 65,7 nel 2021 e 56,9 nel 2022. Attualmente il rimborso dell’accisa agevolata sul gasolio commerciale pesa per circa 1,2 miliardi l’anno. Con questo provvediamo viene per il momento scongiurata la parificazione dell’accisa fra gasolio e benzina che avrebbe colpito indistintamente i veicoli più e meno inquinanti anche se dal Forum Internazionale Conftrasporto di Cernobbio il Vice Presidente Paolo Uggé paventa agitazioni se non ci sarà un chiarimento con il ministro dei Trasporti De Micheli

Gallery: Iveco S-WAY