Sembra uno scioglilingua, ma è un van prodotto sulla stessa piattaforma del famoso taxi londinese, dall'azienda di proprietà Geely

Al Salone di Francoforte, tra i brand più blasonati e i veicoli più famosi, ha fatto capolino anche un piccolo furgone che potrebbe lasciare più di qualche segno sul mercato. Per ora è solo un prototipo e la sua sigla non potrebbe essere più banale: LCV, come Light Commercial Vehicle. Lo ha realizzato la London EV Company (LEVC), ovvero la società che produce i famosi taxi inglesi i cui proprietari sono i cinesi di Geely.

E in effetti la somiglianza con il "cab" britannico è piuttosto evidente, tanto nelle proporzioni quanto nel frontale. "Lo scenario del trasporto urbano sta cambiando rapidamente e abbiamo una opportunità imperdibile di portare qualcosa di innovativo e dirompente - ha spiegato Joerg Hofmann durante il Salone di Francoforte - C'è una forte domanda di veicoli da lavoro di medie dimensioni e a emissioni zero e il nostro LCV è la riposta  perfetta".

Non bellissimo, ma efficiente

"Questo van è robusto, economico ed efficiente. Lo abbiamo progettato pensando alla qualità e ai costi, perché vogliamo diventare il leader europeo dei veicoli commerciali green". Questo prototipo è basato sulla stessa piattaforma del LEVC TX Taxi che è già stato venduto in più di 2.500 esemplari e ha un'autonomia di 129 km in modalità full electric, a cui si aggiungono altri 607 usando il motore a benzina.

LEVC LCV by Geely

È un veicolo pensato per chi percorrere circa 160 chilometri al giorno e si deve muovere tra i centri logistici e le aree urbane ad accesso limitato. L'idea è quella di effettuare i trasferimenti con l'alimentazione tradizionale e di passare alle zero emissioni non appena si accede nei centri urbani. Attualmente, per svolgere questo tipo di lavoro, ci si affida prevalentemente a furgoni diesel da una tonnellata di capacità di carico.

LEVC LCV by Geely

Su strada fra un paio di anni

Per ora questo LCV è solo un prototipo, anche se è molto vicino alla produzione di serie che inizierà nel 2020. È ancora presto, dunque, per parlare di dettagli, ma i dirigenti del brand anglo-cinese ci hanno tenuto a precisare che sarà la migliore offerta in termini di total cost of ownership, ovvero l'insieme dei costi di acquisto e di gestione.

LEVC LCV by Geely

Non ci saranno rinunce in termini di sicurezza, sia attiva che passiva e saranno disponibili i più recenti sistemi di assistenza avanzata alla guida. Anche dal punto di vista del comfort e dell'ergonomia non si faranno sconti, con un posto guida disegnato intorno alle necessità dell'autista. A tutto questo si aggiungerà uno dei marchi di fabbrica del taxi londinese, ovvero il diametro di sterzata ridottissimo.

Gallery: LEVC LCV by Geely