Pesante inversione di tendenza per il mercato degli autocarri, prosegue il calo degli autobus, recuperano un po' i veicoli trainati.

Pubblicati da Anfia gli ultimi dati relativi al mercato dei veicoli pesanti in Italia. A luglio 2019, sono stati rilasciati 1.689 libretti di circolazione di nuovi autocarri (-21,4%) e 1.129 di nuovi rimorchi e semirimorchi pesanti (+5% per ptt superiore a 3,5 t, in particolare -3,2% rimorchi e +6,1% semirimorchi).

Guardando i primi 7 mesi 2019 rispetto allo stesso periodo del 2018, il trend negativo si conferma con -3,1% per i nuovi autocarri e -5,7% per il trainato (-0,4% i rimorchi e -6,2% i semirimorchi).

In controtendenza le vendite di veicoli a gas

Riguardo alle alimentazioni, a luglio i camion a gas hanno raggiunto quota 7,4% (e tra gennaio e luglio 2019 il 6,8%), dove il metano cresce del 56,5% e il GNL del 40%. Il merito, secondo l'Associazione delle imprese automobilistiche, è da attribuire anche alla progressiva espansione delle infrastrutture su tutto il territorio nazionale.

LC3 e Iveco sempre più impegnati sul gas naturale

Con le ultime 2 aperture a Vicolungo (NO) e Camerano (AN) il numero degli impianti GNL – L-CNG attivi in Italia è arrivato a 48, cioè 10 in più dall’inizio dell’anno.

Aspettando gli incentivi...

Sempre secondo Anfia, "in attesa dell’entrata in vigore della misura nazionale di incentivo agli investimenti per le imprese di autotrasporto, una spinta al mercato e alle infrastrutture sarà certamente data dalle politiche messe in atto dalla Regione Lombardia. Oltre a rifinanziare la misura di rinnovo dei veicoli commerciali e industriali, ha stanziato 2 milioni di euro per la realizzazione di 12 nuovi impianti GNL".

In Lombardia oggi ci sono 9 impianti su 11.700 km di strade primarie, in pratica una stazione di rifornimento ogni 1.300 km circa. Con l’entrata in esercizio dei 12 nuovi impianti realizzati anche grazie al bando, il totale delle stazioni salirà a 21, con una media, quindi, di un impianto ogni circa 550 km.