Confermato lo stop del personale alle barriere autostradali nel week-end bollino rosso. Attivi i pagamenti automatici.

Possibili disagi sulle autostrade nel prossimo weekend del 4 agosto, che oltre ad essere il primo dell'esodo dei vacanzieri, con il bollino rosso, sarà animato anche dal semaforo rosso ai caselli, per via dello sciopero dei lavoratori di autostrade e trafori.

Non si passerà gratis alle barriere, i flussi saranno dirottati verso le porte automatizzate, secondo gli orari dei turni: domenica 4 dalle 10 alle 14 e poi dalle 18 fino alle 2 di lunedì 5.

Gli orari dello sciopero in autostrada

Tre i turni in cui i dipendenti Acap-Fise e Federreti (che rappresenta le concessionarie del gruppo Atlantia Spa, ex Autostrade Spa) incroceranno le braccia. Domenica 4 agosto due turni di quattro ore dalle 10 alle 14 e poi dalle 18 alle 22. Seguirà uno stop di 8 ore consecutive, dalle 22 della domenica alle 2 del mattino di lunedì 5. 

Riguardo ai divieti di circolazione dei mezzi pesanti, domenica 4 i camion non possono circolare dalle 7 alle 22. Dalle 22 in poi e il lunedì 5, però, in autostrada (e ai caselli) ci saranno anche i camionisti.

Non si passa gratis al casello

Negli anni Settanta, sotto la gestione Iri delle autostrade, in caso di sciopero dei casellanti si passava gratis. Di conseguenza, senza lo stop ai caselli, il traffico diventava più fluido.

I sindacati hanno sottolineato che se le concessionarie dirotteranno i flussi verso le porte automatizzate (telepass, carte e cash automatici) causando ingorghi, i disagi per gli automobilisti saranno responsabilità loro.

I casellanti non sono soggetti alla legge 146 che nei periodi critici come quello dell'esodo estivo, nel settore trasporti, blocca gli scioperi nei servizi essenziali. Quello delle barriere autostradali non è considerato un servizio essenziale, insomma.

Perché i lavoratori di autostrade e trafori scioperano?

Le trattative per il rinnovo del contratto dei lavoratori delle autostrade e dei trafori, dopo nove mesi, si sono bruscamente interrotte sulla mancata disponibilità di Fise e Federreti nel concordare con i sindacati la clausola sociale e nell'affrontare la questione del salario.

La clausola sociale serve per garantire la continuità occupazionale e di reddito ai lavoratori nei cambi d'appalto o, come in questo caso, assegnazione di concessioni.

Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Sla-Cisal e Ugl Viabilità e Logistica hanno, quindi, proclamato lo sciopero del 4 e 5 agosto, riservandosi "ulteriori iniziative che verranno comunicate in seguito".

Il commento dei sindacati

"Le imprese di questo settore - affermano i Sindacati in una nota congiunta - generano extra profitti in un mercato iper protetto, distribuendo fra gli azionisti dividendi da favola, non investendo in modo adeguato in servizi e sicurezza ma, anzi, da anni, diminuiscono il numero degli occupati, scaricando sul lavoro e sui lavoratori le loro mancanze e negando diritti e tutele ai dipendenti, né intensificano gli investimenti".

Gallery: Traffico Autostrada