La società Americana ha chiesto l'autorizzazione per un utilizzo continuo e regolare di velivoli senza pilota

UPS ha annunciato di aver fatto domanda, negli USA, presso la Federal Aviation Administration (FAA) per la certificazione necessaria per operare voli commerciali con droni all’interno del suo network attraverso una società sussidiaria chiamata UPS Flight Forward Inc.

Si tratta di una società di recente costituzione che potrebbe ricevere la certificazione (chiamata Part 135) già da quest'anno, abilitando UPS a effettuare uno dei primi servizi di consegna con droni a fini commerciali di routine completamente certificato negli Stati Uniti.

Nuovi Scenari per la logistica di tutti i giorni

Questa certificazione pone le basi per i voli di droni fuori dalla portata visiva dell’operatore sia diurni sia notturni. Questi voli, infatti, sono soggetti a forti restrizioni negli Stati Uniti e approvati solo in via eccezionale.

UPS consegna con i droni

Un’autorizzazione di questo tipo aprirebbe nuovi scenari sia nelle potenzialità di UPS sia nella logistica in generale. La certificazione part 135 della FAA consentirebbe a UPS di operare, infatti, come un vero e proprio vettore aereo.

Esperienza nel campo 

Attualmente UPS gestisce consegne tramite droni a scopo medico nell'ambito di un caso specifico. A marzo ha avviato il primo uso autorizzato negli Stati Uniti di un drone per voli commerciali di routine che comportano il trasporto di un prodotto fra l'ospedale principale e il campus di WakeMed a Raleigh, nella Carolina del Nord.

UPS consegna con i droni

Con questo programma, l’azienda consegna campioni medici attraverso droni senza pilota, integrando un servizio di corriere via terra. UPS ha dichiarato di voler espandere il suo servizio di consegna con i droni ad altri ospedali e campus.

Gallery: UPS consegna con i droni