Al Transport Logistic di Monaco di Baviera Timocom e Cargoclix presenteranno una soluzione che annulla i tempi di attesa alle rampe che potrebbe rivoluzionare il settore autotrasporto.

"Basta tempi di attesa alle rampe" è il claim che introduce un ambizioso progetto nato da una partnership tra Timocom e Cargoclix.

La fotografia del settore "carico/scarico" è nei risultati di un'indagine di mercato dell'Ufficio federale tedesco per il trasporto merci. Secondo i dati raccolti, gli autisti professionisti ritengono che negli ultimi cinque anni i tempi di attesa alle rampe si siano allungati costantemente.

I conducenti richiedono una migliore organizzazione dei processi e gli operatori alle rampe chiedono informazioni vincolanti.

Timocom

La gestione dinamica degli slot temporali alla rampa

In pratica, collegando i dati telematici della Borsa Carichi Timocom e il software di gestione degli slot temporali per il carico e lo scarico di Cargoclix, le aziende di produzione e distribuzione potranno calcolare con precisione l'Estimated Time of Arrival (ETA) e verificare se il mezzo raggiungerà la rampa all'orario previsto. In caso contrario potranno lasciare il posto a un altro trasportatore.

Il progetto prevede, prima di tutto, che l'azienda di trasporto autorizzi la condivisione dei propri dati GPS, questi vengono poi sincronizzati in tempo reale con i dati sulla posizione del veicolo. In questo modo è possibile inviare al gestore della rampa l'orario di arrivo previsto.

Quest'ultimo potrà gestire al meglio il flusso di merci in entrata e in uscita dal magazzino e ottimizzare i tempi di attesa per gli autisti o, addirittura, annullarli completamente.

Timocom

L'obiettivo zero tempi di attesa è raggiungibile

Secondo Victor Meier, consulente Cargoclix, "Con l'aumento del trasporto di merci su strada, aumenta anche la possibilità che il problema dell'attesa alle rampe possa ulteriormente aggravarsi. Grazie a cooperazioni come questa, però, questa problematica potrà essere completamente eliminata in futuro.

Con l'integrazione di dati dinamici, i processi, sia per gli operatori alle rampe che per i trasportatori, diventano notevolmente più efficienti e flessibili. Tempi di attesa pari a 0 dipendono soprattutto dalle nuove tecnologie".

La blochchain in epoca 5G

Per il Partner Manager Timocom Andrea Di Domizio "La condivisione sicura dei dati al fine di garantire una maggiore trasparenza lungo l'intera filiera sarà sempre più diffusa. Si evitano telefonate ed e-mail, le aziende possono pianificare con maggiore precisione e vengono ridotti sensibilmente i tempi di attesa per gli autisti dei mezzi pesanti".

Il nostro nuovo orientamento strategico con lo Smart Logistics System include l'interconnessione di sistemi diversi con l'obiettivo di offrire ai clienti comuni informazioni importanti nel momento preciso in cui ne hanno bisogno".

Gallery: Cento numeri per capire l'autotrasporto