Autotrasporto: tra i cambiamenti ipotizzati nel nuovo CdS, limiti di età fino a 70 anni, modifiche su trasporti eccezionali e merci pericolose

Per il Governo del cambiamento è venuto il momento di cambiare anche il Codice della Strada, il testo base su cui sta lavorando la Commissione Trasporti contiene qualche modifica sulle regole del trasporto professionale, vediamo quali sono.

Limiti di età dei conducenti

Riguardo ai requisiti per la guida, la proposta è di alzare da 65 a 68 anni il limite di età per guidare autotreni e autoarticolati con MTT superiore a 20 t, con la possibilità di prorogare per altri due anni se ogni anno il conducente ottiene uno specifico attestato medico sui requisiti fisici e psichici.

Per chi guida autobus, autocarri, autotreni, autoarticolati o autosnodati adibiti al trasporto di persone, invece, il limite passerebbe da 60 a 65 anni. Anche qui, però, c’è la possibilità di arrivare a 70 anni con le proroghe, da chiedere sempre anno per anno, certificando l’idoneità fisica e psichica con una visita medica specialistica.

Guida senza patente professionale

Dimezzata la sanzione amministrativa per chi svolge il trasporto senza le autorizzazioni necessarie, oggi va da 155 a 625 euro, poi potrebbe essere da 85 a 338 euro.

Se la violazione viene accertata in occasione di un incidente, però, la somma si raddoppia e se vengono accertate anche “aggravanti” come l’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope scattano la sospensione della patente da uno a due anni (fino a quattro se il veicolo appartiene a persona estranea al reato), la revisione e le relative sanzioni da 1.500 a 6mila euro.

Trasporti eccezionali

Nei trasporti eccezionali, la massa eccezionale complessiva posseduta dall'autoveicolo o dal complesso di veicoli, nel caso in cui si vogliano sfruttare i limiti di sagoma con gli stessi generi merceologici autorizzati (max 6 unità), subirà qualche cambiamento.

Riguardo ai complessi di veicoli, tra il segmento di 4 o più assi (MTT 48 t) e quello di 6 (MTT 86 t), aggiunto il segmento 5 assi, dove l’MTT sarà di 72 t. Oltre i sei assi, resteranno le 86 t, spariranno quindi le 108 t dei complessi di veicoli a otto assi.

In caso di violazioni oltre la franchigia del 5%, la validità dell'autorizzazione decadrà e la prosecuzione del viaggio sarà subordinata al rilascio di una nuova autorizzazione o alla riduzione del carico entro i limiti consentiti.

Trasporto merci pericolose

In materia di autocarri con MTT superiore a 3,5 tonnellate adibiti al trasporto di merci pericolose, le ipotesi prevedono l’obbligo di sistemi di sicurezza adattivi come controllo della stabilità, cruise control con frenata d'emergenza, dispositivi contro i colpi di sonno, l’abbandono di corsia o, in generale, la perdita di controllo da parte dell’autista.

Questo obbligo potrebbe decorrere dal 1° gennaio 2019 per tutti o solo per le prime immatricolazioni da estendere a tutti a partire dal 1° gennaio 2024.

Gallery: Trasporto eccezionale Airbus A320 e Mercedes Actros SLT