Comune di Firenze, Scania e Nissan. Pubblico e privato insieme per uno sviluppo sostenibile del trasporto

Il Comune di Firenze ha organizzato il convegno "Green Mobility. Verso una Firenze più verde" per affrontare il tema della mobilità sostenibile.Tra i protagonisti, Scania con la concessionaria di zona Toscandia e Nissan.

Il futuro della mobilità urbana

Secondo le ultime stime, in Europa, rispetto al 2010, la domanda interna di veicoli aumenterà del 60% entro il 2050. Tra le cause, la crescita della popolazione urbana legata ai crescenti fenomeni di urbanizzazione. Fondamentale, quindi, governare questo sviluppo in un'ottica rispettosa dell'ambiente.

Scania Firenze

Le nuove sfide del trasporto

Per Franco Fenoglio, Presidente e AD Italscania, “Le città svolgeranno un ruolo sempre più determinante nel guidare il cambiamento verso un futuro sostenibile, è quindi di fondamentale importanza che intraprendano al più presto strategie efficaci per garantire uno sviluppo sostenibile della mobilità”.

“L’ambito urbano rappresenta un contesto sempre più sfidante per il trasporto - prosegue Fenoglio - la domanda continua a crescere ed evolvere con l’affermarsi dell’e-commerce. È quindi  fondamentale promuovere la collaborazione tra pubblico e privato, proprio come sta avvenendo a Firenze. Solo così riusciremo a dare vita a un sistema di trasporto libero dai combustibili fossili entro le tempistiche dettate dall’accordo di Parigi”.

Le soluzioni Scania

Per il trasporto urbano, Scania ha recentemente presentato un nuovo truck ibrido Diesel-HVO/elettrico. Il motore da 9 litri, 5 cilindri in linea può funzionare a HVO (olio vegetale idro-trattato) o Diesel e lavora in parallelo con un propulsore elettrico da 177 CV (130 kW) e coppia di 1.050 Nm.

Scania Zone, poi, è il servizio del Grifone che con Scania Fleet Management supporta le aziende di trasporto e gli autisti nel rispettare normative locali, limiti di velocità, restrizioni in termini di emissioni e rumorosità, ecc.

 

 

 

Gallery: Scania al Transpotec 2019