Economici e versatili, i primi furgoncini Citroën sono stati protagonisti del trasporto leggero, non solo francese, per oltre quarant’anni. Dalla Fourgonette all'Acadiane

Il primo small van a trazione anteriore Citroën, il 2CV AU, fu presentato al Salone di Parigi del 1950 e fu commercializzato nel 1951. Immediatamente bestseller, dopo tre generazioni (AZU, AK e AKS), nel 1978 fu sostituito dalla Acadiane. Le furgonette francesi sarebbero andate in pensione nel luglio 1987.

La Fourgonette Citroën

Tra le caratteristiche della prima Fourgonette Citroën, il motore di 425 cm3 12 CV a 3.500 giri/min, velocità massima di 60 km/h: l’economicità aveva il suo prezzo in termini di performance.

La trazione era anteriore, più complessa rispetto a quella posteriore molto più diffusa ai tempi, ma capace di offrire una migliore tenuta di strada. Il cambio al volante lasciava completamente libero il pavimento, ci si poteva spostare da un lato all’altro dell’abitacolo.

La furgonatura era caratterizzata dalla fascia inferiore che ricordava la lamiera ondulata, quasi come il cofano motore. Era possibile ottenere un doppio finestrino squadrato nella parte anteriore e la sommità presentava invece spigoli arrotondati. La porta posteriore era del tipo a doppio battente.

Citroën 2CV ASU

Derivazioni e varianti

Il successo della Fourgonette fu immediato e le strade di Francia iniziarono a popolarsi di questo funzionale veicolo da lavoro che conobbe negli anni frequenti aggiornamenti meccanici e stilistici, anche se non sostanziali.

Ci fu anche la 2CV pick-up (oggi pressoché introvabile), realizzata nel 1957 dalla filiale inglese Citroën. L’abitacolo era meno spartano, ma rimanevano sempre il divanetto anteriore in tela su supporti in tubi metallici, il sottile volante in plastica e una strumentazione essenziale.

Citroën Acadiane

L’evoluzione delle furgonette

Nel corso degli anni, l’aspetto del cofano anteriore fu ripetutamente modernizzato e gli indicatori di direzione apparvero prima sulla furgonatura e in seguito anche sui parafanghi anteriori. Le portiere assunsero l’apertura tradizionale nel 1964, fino ad allora era stata adottata la soluzione controvento.

I retrovisori esterni per i veicoli commerciali divennero man mano obbligatori in alcuni Paesi europei: sulla Fourgonette venne inizialmente previsto sul parafango anteriore sinistro, ma nel 1963 si decise di riposizionarlo sulla porta del guidatore. 

Citroën Acadiane

L’Acadiane

Il nuovo capitolo dei furgoni leggeri Citroën si aprì nel marzo del 1978, con la presentazione della Acadiane: il concetto tecnico-stilistico era identico a quello dal quale aveva avuto origine la 2CV Fourgonette, con le ovvie e conseguenti novità stilistiche.

Curioso notare che, nello stesso anno, Citroën firmò con Peugeot e Fiat l’accordo per la produzione di un nuovo veicolo commerciale, che fu denominato C25 in Citroën, Boxer in Peugeot e Ducato dalla Fiat.

Citroën Acadiane

Una storia di successo

Il motore era quello della 3CV: 602 cc, 31 CV a 5.750 giri/min e una velocità di punta, finalmente adeguata, di 100 km/h. Mentre l’Acadiane iniziava a mietere successi, la 2CV Fourgonette uscì gradualmente di scena, dopo una carriera di 38 anni e dopo esser stata prodotta in 1.246.335 pezzi.

L’Acadiane, con i suoi gruppi ottici anteriori integrati nei parafanghi più squadrati, avrebbe sofferto la minore personalità stilistica rispetto alla 2CV Fourgonette, ma furono comunque 253.393 gli esemplari venduti dal 1978 al 1987.

Gallery: Furgonette 2CV Citroën