Inaugurato un nuovo stabilimento produttivo, fatturerà 5 milioni di dollari l’anno entro il 2023

BMC è uno dei più grandi produttori turchi di veicoli commerciali e militari, qualche giorno fa ha inaugurato il nuovo stabilimento produttivo di Karasu: 222 ettari di terreno, 500mila metri quadrati di capannoni coperti dove nascerà anche un centro di Ricerca e Sviluppo all’avanguardia. La prima fase della struttura appena inaugurata, copre circa 100mila metri quadrati, sarà completata entro la fine del 2019 e sarà operativa all'inizio del 2020.

La Casa conta su una storia di oltre 50 anni, con alti e bassi, fallimenti e chiusure, fino al grande rilancio di un paio d’anni fa con una corposa iniezione di capitali da parte di una joint venture mediorientale. Le esportazioni oggi toccano 80 paesi e vengono prodotte 300 mila unità tra mezzi civili e militari, componenti per veicoli stradali e treni.

BMC TUGRA (8)

I prossimi 50 anni BMC

Alla cerimonia di inaugurazione dello stabilimento hanno partecipato il Presidente della Turchia Recep Tayyip Erdogan e il Ministro dell'Industria, della Difesa e della Tecnologia Mustafa Hulusi Akar. Il claim dell’evento è stato “I nostri prossimi 50 anni” (Future 50th Year), oltre all’inaugurazione del nuovo sito sono stati annunciati, infatti, i futuri progetti della Casa e del Paese. Per sottolineare il processo di sviluppo la platea si è collegata in live straming con la fabbrica BMC Izmir Pınarbaşı interamente ristrutturata, dove si producono autobus e camion.

BMC TUGRA (3)

Il patto di ferro tra BMC e Governo turco

Il presidente Recep Tayyip Erdoğan ha commentato con entusiasmo dichiarando apertamente il sostegno del Governo. La nuova fabbrica darà lavoro a circa 2.700 persone che si aggiungeranno alle oltre 3mila di Pınarbaşı, ma l’idea è quella di arrivare nel 2023 a 10mila dipendenti con 5 miliardi di dollari l’anno di fatturato. "BMC è sulla buona strada per diventare un marchio globale con ingegneria nazionale", ha concluso il Presidente turco.

Obiettivi futuri: diventare leader internazionale

L’AD BMC Taha Yasin Ozturk ha individuato nei veicoli militari la punta di diamante della crescita, ma ha citato anche il primo motore progettato internamente, visto che fino ad ora la meccanica era in collaborazione con Case estere. Altre linee di sviluppo: treni e metropolitane ad alta velocità.

L'Azienda sta lavorando con l’obiettivo di diventare leader internazionale nel settore dei veicoli terrestri militari, autobus, camion, motori e tecnologie correlate, nel Medio Oriente, nei Paesi del Golfo, in Nord Africa e nelle Repubbliche turche. Non dimentichiamo, però, che all’ultimo salone di Hannover è stata presentata la gamma di camion TUĞRA, pensata per l’Europa, ma non ancora commercializzata.

Gallery: BMC TUGRA