Un frontale più aggressivo e nuovi motori, un anticipo di quello che vedremo, fine anno anche sul prossimo Vito

Una volta procedevano di paripasso: Classe V e Vito. Ora le cose cambiano e in Mercedes premono sull'acceleratore del trasporto persone. In Italia quasi esclusivamente professionale visto che le vendite a provati di Classe V non sono tantissime su un totale di circa 1.350 nel solo 2018.

Cambiano frontale e interni

Per il restyling di metà vita, dunque Classe V, si modernizza e si regala un frontale più aggressivo con la mascherina che riprende il nuovo family feeling della Stella e caratterizzato da una presa d’aria nuova e dal radiatore a rombi.

Nuove anche le combinazioni di cerchi che possono contare su 4 disegni e 3 misure da 17 a 19 pollici. Ritocchi all'insegna del minimalismo anche all'interno, con le nuove bocchette di aerazione a turbina e un nuovo quadrante nella strumentazione. Super esclusivi per i sedili lusso per la seconda fila che integrano funzione riposo, massaggio alla schiena e climatizzazione.

Nuovo motore più potente

Fino a qui la forma, per quanto riguarda la sostanza segnaliamo l’arrivo del nuovo motore turbodiesel a 4 cilindri declinato nelle potenze di 190 e 239 CV, con coppie di 440 e 500 Nm. Per quanto riguarda i consumi i dati ufficiali ancora non sono stati diffusi, ma le emissioni di CO2 oscilleranno fra i 156 e 174 g/km.

Sicuro invece l'ingresso in gamma anche del nuovo cambio 9G-TRONIC che prende il posto del 7G. Tutte le motorizzazioni della nuova Classe V sono abbinate di serie alla trazione posteriore, a richiesta è disponibile la trazione integrale permanente 4MATIC che mantiene comunque l’altezza massima del veicolo entro i due metri, buono per i garage sotterranei.

Fra le dotazioni di sicurezza che si aggiungono il sistema di frenata assistita e automatica, anche con riconoscimento dei pedoni e fari abbaglianti a matrice attiva e automatica.

Mercedes-Benz nuova V-Class

Modularità  da vero professionista

Per quanto riguarda gli aspetti più pratici troviamo lunotto posteriore apribile separatamente, il divisorio per il vano bagagli e il portellone posteriore a comando elettrico.  La monovolume è dotata di serie di quattro sedili comfort singoli disposti su due file oltre ai due in abitacolo di guida.

A richiesta, è possibile avere un tavolo ribaltabile da montare tra i sedili singoli. In alternativa ai sedili singoli, per la seconda  fila sono disponibili un divano a due posti con schienale in due parti, ribaltabili separatamente, oltre a un divano a tre posti con cuscino del sedile in due parti e schienale in tre parti.

Il sedile laterale destro del divano a tre posti può essere ribaltato in avanti anche per la terza fila Nell’ultima fila il divano a tre posti è trasformabile anche in cuccetta comfort per un eventuale pernottamento a bordo.

Si rinnova anche il Marco Polo

Anche la famiglia Marco Polo, basata sulla Classe V, beneficia in tutto e per tutto, di tutte le novità relative al primo restyling realizzato per la monovolume della Stella. Anche gli autocaravan e Marco Polo e Marco Polo Horizon si presentano, dunque con un frontale ridisegnato, la nuova gamma di vernici e cerchi in lega leggera, le nuove bocchette d’aerazione e i nuovi rivestimenti degli interni.

A questi si aggiungono, naturalmente il nuovo motore tutbodiesel diesel con nuova potenza massima di 239 CV, il Brake Assist attivo e il sistema di assistenza abbaglianti Plus.

 

Gallery: Mercedes-Benz new V-Class