Il Gruppo Sanpellegrino rinnova la flotta per la movimentazione interna con i nuovi camion LNG Scania, all'insegna del trasporto sostenibile

Il Gruppo Sanpellegrino ha rinnovato la sua flotta che ora è costituita al 100% da camion Scania alimentati a LNG (Liquefied Natural Gas). I nuovi veicoli destinati al "navettaggio" trasporteranno l’acqua minerale dallo stabilimento di Ruspino all’hub di Madone, per poi essere distribuita in oltre 150 Paesi.

Il progetto, realizzato con il supporto logistico del Gruppo Koiné Logistics e la tecnologia dei veicoli Scania, “è un importante tassello che si inserisce tra le attività sviluppate dal Gruppo Sanpellegrino per valorizzare l’acqua minerale e il territorio in cui sgorga, con continui investimenti nel campo dell’innovazione e politiche di sviluppo sostenibile volte a favorire la riduzione dell’impatto ambientale”.

Camion Scania LNG

I nuovi truck della flotta a LNG Sanpellegrino sono tutti equipaggiati con il nuovo motore a metano Scania da 13 litri, 2.000 Nm di coppia, 410 CV e prestazioni paragonabili a un motore Diesel di pari potenza. Sul fronte della sostenibilità, il metano assicura una riduzione delle emissioni di CO2 fino al 15% con l’utilizzo di metano di origine fossile, fino al 90% con il biometano. Nel corso del prossimo anno, l’Azienda prevede di risparmiare l’emissione di oltre 500 tonnellate di anidride carbonica.

Franco Fenoglio, AD Italscania

Il progetto LNG sviluppato dal Gruppo Sanpellegrino con Koinè Logistics sottolinea ancora una volta l’importanza di adottare un approccio rivoluzionario al tema della sostenibilità e la necessità di agire insieme, a livello di ecosistema, per accelerare la transizione verso un sistema di trasporto sostenibile”.

Così ha commentato Franco Fenoglio, Presidente e Amministratore delegato di Italscania, evidenziando poi che “Questo è il momento di agire e di mettere in atto progetti e azioni concrete per dare delle risposte reali alle importanti aspettative rivolte al settore dei trasporti, chiamato a ridurre in maniera sostanziale e al più presto il proprio impatto nei confronti del clima e dell’ambiente”.

In questo senso, i veicoli a LNG rappresentano una soluzione estremamente interessante per il mercato italiano, soprattutto alla luce della riduzione di CO2, dell’autonomia garantita e delle prestazioni paragonabili a quelle offerte dai motori a Diesel” ha quindi concluso Fenoglio.

Scania e Sanpellegrino (2)

Il commento di Andrea Toccafondi, Koinè

Koinè Logistics da sempre è impegnata in un continuo processo di miglioramento che, in linea con il Codice Etico aziendale, coinvolge anche la sostenibilità e l’impatto ambientale della propria flotta - ha dichiarato Andrea Toccafondi, Presidente Koinè, durante la consegna ufficiale dei nuovi camion a metano liquido.

"Inoltre, i nostri committenti sono sempre più attenti all’impiego delle nuove tecnologie in ottica di trasporto sostenibile. Per questi motivi è maturata la decisione di investire nell’innovazione tecnologica della flotta, con l’introduzione di un considerevole numero di veicoli alimentati da LNG”.