L'isola ha stanziato più di 14 milioni per la mobilità a emissioni zero. Incentivi alle imprese che cambiano veicolo

Poco gas ma molta elettricità, cosi si può sintetizzare la piccola rivoluzione che sta scoppiando in Sardegna dove la regione ha finanziato un progetto di un grande e diffusa infrastruttura di stazioni di ricarica sfruttabili oltre che dai privati cittadini sopratutto dalle aziende, sia per il trasporto delle merci sia di persone, magari turisti, attraverso veicoli elettrici.

Incentivi per la sostituzione del parco

Il bando di incentivi, pubblicato lo scorso 27 dicembre dall’Assessorato dell’Industria e, infatti, rivolto alle piccole e medie imprese sarde invitate a sostituire un veicolo a motore termico con un veicolo a trazione elettrica. Nei piani della Regione c’è l’idea di rivolgersi alle imprese del settore privato (imprenditoria) con l’intento di favorire il ricambio del loro parco mezzi e ridurre le emissioni, il modo principale di quelle operanti nei trasporti merci, taxi, car sharing e trasporto collettivo di persone.

In tutto 15 milioni di euro

Lo stanziamento di 4 milioni di euro è parte dei 15 milioni che la Regione ha investito di cui gli altri 11 milioni sono impiegati per dislocare le colonne di ricarica in tutta l’Isola. Il bando è rivolto alle imprese sarde operative da almeno 5 anni. Gli interventi consistono nella sostituzione di un veicolo a motore di proprietà dell’impresa richiedente con un veicolo elettrico (full electric), nuovo di fabbrica, della stessa tipologia di quello dismesso e giustificato dalla specifica attività svolta.

Fino a 20 mila euro per un furgone

Il veicolo elettrico acquistato dovrà essere utilizzato al servizio di una sede operativa nel territorio della Sardegna. L’aiuto è concesso in regime ‘de minimis’ e consiste in una sovvenzione fino a un massimo del 75% dei costi ammissibili ed entro i massimali stabiliti dal bando per tipologia di veicolo elettrico, pari a 15mila euro per autovettura, 20mila euro per furgone e 25mila euro per pulmino.

Si parte il 26 febbraio 2019

I termini per la presentazione delle domande vanno dalle ore 9 del 26 febbraio alle 14 del 25 ottobre 2019. La documentazione può essere consultata sul sito della Regione (www.regione.sardegna.it) e sui portali SardegnaEnergia e SardegnaProgrammazione. Eventuali chiarimenti di carattere tecnico-amministrativo possono essere richiesti all’Amministrazione regionale via mail: energiaimprese@regione.sardegna.it e ind.urp@regione.sardegna.itoppure all’URP dell'Assessorato dell'Industria al numero 070-6067037.

Gallery: Nissan e-NV200 Test