Le maggiori novità nel campo dei fuoristrada cassonati arrivano sempre dal Nordamerica

Negli USA quello dei pick-up è uno dei segmenti più importanti del mercato automobilistico e da una quindicina d’anni nella top ten delle auto più vendute svetta sempre Ford con la sua Serie F. Non c’è da stupirsi, quindi, se l’elettrificazione del settore stia partendo proprio da qui, a cominciare dal prototipo Rivian, passando per i concept Tesla e Atlis, fino alla stessa e più concreta Ford che ha presentato un vero e proprio piano di elettrificazione.

Il super prototipo di Rivian

Allo scorso Salone di Los Angeles, a fine novembre, è stato presentato il prototipo Rivian R1T: 760 cavalli e fino a 600 km di autonomia, a seconda del pacco batterie (da 105, 135 o 180 kWh). Il pick-up elettrico della startup statunitense ha 5 posti, è lungo 5,46 metri e si basa su una piattaforma realizzata ad hoc. Grazie a un sistema di quattro motori elettrici, uno per ogni ruota, da 200 CV di potenza ognuno, è in grado di accelerare da 0 a 100 km/h in poco meno di 3 secondi e può raggiungere una velocità massima di circa 200
km/h.

Il concept Tesla arriverà nel 2019?

Più recentemente, in un tweet, Elon Musk ha risposto alla domanda di un utente che gli chiedeva notizie sul pick-up annunciato nel 2017, prima che entrasse in produzione la Model 3: “Ho una gran voglia di produrre un pick-up. – ha risposto – Penso che il prossimo anno avremo un prototipo da svelare”. Anticipazioni sul concept, però, non sono state diffuse, tempo fa si disse che avrebbe debuttato dopo l’inizio della produzione della Model Y. Voci di corridoio parlano di un’autonomia fra i 640 e gli 800 km, di un abitacolo a sei posti, di una configurazione dual motor, sospensioni adattive, una coppia spaventosa e un design futuristico alla Blade Runner.

Atlis XT bolle in pentola

In Arizona, un’altra startup americana, Atlis, sta lavorando alla realizzazione di un pick-up elettrico che si chiamerà XT e avrà il vantaggio di fare il pieno di energia in meno di un quarto d’ora. Il veicolo sarà proposto con un prezzo di partenza di circa 45mila dollari, poco meno di 40mila euro, e sarà disponibile in diverse versioni (a 2 o 4 porte, cassoni dai 1.980 ai 2.440 cm, asse posteriore con ruote gemellate). Tra le altre caratteristiche: fino a 800 km d'autonomia, 0-100 km/h in 5 secondi, sistema di trazione integrale, specchietti retrovisori virtuali e, in futuro, sistema di guida autonoma. La realizzazione del progetto è supportata da una raccolta fondi online, vincolata al raggiungimento dell’obiettivo di arrivare a 1 milione di dollari.

Ford partirà dall’ibrido, nel 2020

Anche la Casa dell’ovale blu, da parte sua, durante le celebrazioni per il 100° anniversario dello stabilimento Ford Motor Rouge di Dearborn, in Michigan, ha annunciato che nel 2020 arriverà una versione ibrida del suo bestseller F-150 e più avanti sarà il turno di una versione completamente elettrica. L’ibrido si chiamerà Mach1, ispirato alla Mustang, costruito sulla nuova piattaforma modulare elettrica Ford, con un’autonomia di oltre 480 km. Sul full electric non sono stati diffusi dettagli.

Gallery: Il futuro elettrico dei pick-up