Negli Stati Uniti, la start-up acquistata da Uber ha completato il primo trasporto di merci senza autista

Se non fosse avvenuto negli Stati Uniti, tra Fort Collins e Colorado Springs, sarebbe stato un trasporto facilmente abbinabile all'Oktorberfest. La prima e storica consegna di merci a guida autonoma su strade pubbliche ha riguardato una partita di quasi 52mila lattine di birra (51.744 per la precisione) lungo una tragitto di 120 miglia, poco meno di 200 chilometri.


30.000 DOLLARI DI TECNOLOGIA
Il veicolo impiegato è un autoarticolato Volvo "adattato" da Otto, la start-up californiana (il quartier generale è a San Francisco) della quale Uber ha assunto il controllo con un investimento di 680 milioni di dollari. Il veicolo industriale è stato equipaggiato con sistemi hadware e software: un "arsenale" tecnologico per un totale di 30mila dollari di controvalore.


LIVELLO 4 (SU 5) DI AUTONOMIA
Martin, l'autista, ha potuto slacciarsi la cintura di sicurezza ee accomodarsi dietro il posto di guida solo dopo aver imboccato l'autostrada. Nella scala sul grado di autonomia il veicolo predisposto da Otto raggiunge il livello 4 (su 5) e nei centri abitati deve ancora essere condotto in modo "tradizionale". Con il suo prezioso carico di lattine Budweiser, l'autoarticolato ha mantenuto la corsia, tenuto la distanza e cambiato corsia, ma solo in casi limitati.


NUOVI SCENARI ENTRO DUE ANNI

L'evento è stato documentato da diverse riprese e trasformato anche in un video ufficiale. L'autista è diventato quasi una star tanto che ha potuto scherzare: "Se non devo stare al volante, posso fare yoga". Più serio, invece, Lior Ron, uno dei fondatori di Otto: "La tecnologia per completare questo tipo di trasporti è pronta", ha sintetizzato. "Continueremo a svilupparla affinché possa essere in grado di affrontare qualsiasi tipo di condizione", ha aggiunto. Entro i prossimi due anni il grado di autonomia, quinidi, aumenterà. 

Gallery: Volvo e Otto a guida autonoma