La Multinazionale tedesca esibisce in fiera le novità per ridurre i consumi e aumentare la sicurezza

Bosch, la multinazionale tedesca che fornisce componenti anche per veicoli commerciali e industriali, anticipa alla 66° IAA di Hannover la "visione" per il trasporto del domani. Cioè tecnologie destinate a semplificare il lavoro dei professionisti del volante e al contempo a contribuire a ridurre consumi e emissioni con un maggiore sicurezza sulle strade.


TELECAMERE AL POSTO DEI RETROVISORI

Al salone tedesco, Bosch esibisce il Mirror Cam System, cioè il retrovisore esterno digitale. Gli specchietti sono ancora previsti dal codice della strada, ma la legislazione è destinata a cambiare, anche in funzione delle emissioni. Per migliorare l'aerodinamica e tagliare i consumi tra l'1 ed il 2%, Bosch propone la soluzione con telecamere esterne: le immagini raccolte dai sensori video vengono poi trasmesse sui monitor di bordo. La tecnologia consente di rilevare tutto ciò che accade interno e migliora la visibilità con il buio.


SENSORI A ULTRASUONI E RADAR

La guida autonoma, che sembra avere applicazioni molto ravvicinate sui veicoli industriali, è basata sulla precisione della raccolta e dell'elaborazione dei dati. Bosch propone all'IAA la telecamera multifunzione MPC 2.5 che, fra le altre cose, può contribuire al controllo intelligente dei fari, riconoscere la segnaletica stradale, agevolare il Lane Departure Warning e costituisce la base del Lane Keeping System, la funzione che mantiene il veicolo nella sua corsia. La MPC 2.5 può venire arricchita con i sensori radar a medio raggio anteriori e posteriori (per i veicoli commerciali leggeri), la telecamera stereo SVC compatta che riprende l'area circostante il veicolo e gli spazi vuoti davanti al veicolo in tre dimensioni, fornendo una vista in 3D che si estende per oltre 50 metri, la telecamere a corto raggio e i sensori ad ultrasuoni.


CONNECTIVITY CONTROL UNIT

Sul fronte della connettività, Bosch presenta la Connectivity Control Unit (CUU). La tecnologia comunica via wireless e invia i dati di esercizio del veicolo, ma può inoltrare anche quelli relativi al rimorchio: dalla posizione fino alla temperatura o le vibrazioni. È disponibile anche come equipaggiamento originale. Bosch offre anche il Secure Truck Parking, una soluzione app-based che permette di prenotare online i parcheggi per autocarri nelle aree di sosta lungo l’autostrada e di pagare senza contanti. 


CONSUMI, -6% CON L'IBRIDO PARALLELO
Tra le altre innovazioni di Bosch ci sono il Servotrain (sterzo elettroidraulico) che migliora l’efficienza e il comfort dei veicoli commerciali pesanti, lo sterzo dell'assale posteriore (eRAS), il sistema elettrificato di recupero del surplus di potenza che garantisce più coppia ed una maggiore percorrenza e la trazione ibrida elettrica. Il Fornitore tedesco ha sviluppato un sistema ibrido parallelo da 120 kW per i veicoli commerciali pesanti grazie al quale si possono abbattere i consumi fino al 6%. Questa tecnologia può venire impiegata sui veicoli con peso compreso tra 26 e 40 t e nelle applicazioni off-highway.


TUTTE LE TECNOLOGIE IN VISION X

Nell'ambito dello studio del concept VisionX sul futuro dei veicoli commerciali, Bosch ha presentato una macchina intelligente da 40 tonnellate sotto forma di trattore. "Connessi, elettrificati e autonomi: ecco come saranno gli autocarri in futuro. Tutte caratteristiche che Bosch ha racchiuso in VisionX" ha dichiarato Markus Heyn, membro del Board of Management di Robert Bosch GmbH. Una delle tante tecnologie previste da VisionX è il platooning, che oltre a facilitare la vita degli autisti nei lunghi viaggi comporta anche un significativo aumento della sicurezza. E non è tutto: la marcia in convogli dà una forte spinta all'efficienza dei trasporti. 

Gallery: Vision X e tutte le innovazioni di Bosch allo IAA di Hannover 2016