Nell'arco di 10 anni Nissan fornirà 26mila Yellow Cab NV200 destinati al trasporto pubblico

Il nuovo taxi di New York è sempre giallo. Ed è ancora alimentato a benzina. Ma non è più americano: è giapponese, viene fabbricato in Messico e ha mandato in pensione un glorioso modello come Ford Crown Vittoria. Nissan si è aggiudicata l'appalto figlio della globalizzazione per le fornitura nell'arco di un decennio di 26.000 NV200. I primi Yellow Cab nipponici sono entrati in servizio da poco.

ANCORA ALTRI MODELLI IBRIDI IN CIRCOLAZIONE

Lungo le strade della Grande Mela circolano già 2.000 Yellow Cab Nissan e, naturalmente, non sono gli unici a trasportare i clienti. Grazie alle alimentazioni ibride, altri Costruttori possono far viaggiare i loro taxi. Ad esempio Toyota Camry e Prius e perfino il SUV Ford Kuga. Ma progressivamente il contratto prevede la loro sostituzione.

CONTRATTO DA 600 MILIONI DI DOLLARI

Il contratto che Nissan ha strappato è attorno ai 23.000 dollari per veicolo: un'operazione da quasi 600 milioni di dollari (circa 526 milioni di euro) difesa a spada tratta dal sindaco Michael Bloomberg, il manager miliardario che aveva siglato l'intesa e che aveva dovuto far fronte anche a massicce proteste. Ma egli non si era scomposto e aveva replicato con una frase che non lascia dubbi: "Questo Nissan è il più sicuro, comodo e pratico taxi che la città abbia mai avuto".

20 DOLLARI DI RISPARMIO AL GIORNO

La versione elettrica di NV200, quella che viene fabbricata in esclusiva mondiale a Barcellona, in Spagna, non sembra avere le caratteristiche giuste per New York. Ma in favore del veicolo commerciale Nissan parlano altri numeri. Misura solo 4,8 metri di lunghezza (contro i 5,38 della berlina a tre volumi cui subentra) e sotto il cofano monta un motore benzina a quattro cilindri (la metà di quelli della Crown Vittoria) da 2.0 litri e 131 CV decisamente più razionale. Secondo uno dei navigati tassisti che da anni guida da un capo all'altro della Grande Mela, con il nuovo Nissan si risparmiano una ventina di dollari al giorno.