La Casa del doppio chevron è la prima ha svelare tutte le caratteristiche del suo nuovo van costruito assieme a Peugeot e Toyota

Per il momento ve lo possiamo mostrare solo in versione trasporto passeggeri, che è anche l’unica configurazione finora diffusa da Citroën. Il nuovo SpaceTourer, infatti, viene ufficialmente presentato al Salone di Ginevra e per scelta strategica appannaggio iniziale di un pubblico interessato al trasporto persone. Già possiamo, però, identificare alcuni elementi che caratterizzeranno verosimilmente anche la versione van. Prima di tutti la disponibilità di tre lunghezze che vanno da una, compattissima, di 4,60 metri a una da 5,30.

VERSATILE PER FAMIGLIE E PROFESSIONISTI

Nella sua versione "multispazio" SpaceTourer evidenzia una spiccata versatilità capace di interessare sia le famiglie sia i professionisti. Una versatilità che si riflette anche nelle line esterne che, nel contempo, veicolano un senso di robustezza e resistenza unite a un design fluido ed elegante. Gli interni possono ospitare, a seconda della "taglia" fino a 9 persone e l’apertura della porta scorrevole può arrivare fino a 95 cm. SpaceTourer è disponibile in quattro versioni delle quali Business e Business Lounge (in configurazioni fino a 9 posti), strizzano maggiormente l’occhio a un clientela professionale, come quella che opera nel trasporto pubblico o nel noleggio con conducente.

TECNOLOGICO E MANEGGEVOLE

Professionale e pratico visto che l’altezza da terra si contiene entro il metro e novanta centimetri il che permette a SpaceTourer di accedere praticamente ovunque, compresi i parcheggi interrati o quelli di centri commerciali e aeroporti. In ottica funzionalità è ampia la disponibilità di soluzioni tecnologiche, come il nuovo Touch Screen da 7’’, in cui può essere integrata la funzione Mirror Screen abbinata alle tecnologie Apple CarPlayTM e MirrorLink. o il Connect Nav, il nuovo sistema di navigazione 3D. In chiave sicurezza e assistenza alla guida troviamo l’Head-up Display, la commutazione automatica dei fari, il sistema Top Rear Vision e il Grip Control. Ma la principale novità sta nel sistema di lettura dei cartelli stradali con un suggerimento per cui, quando viene rilevato un limite, il conducente può accettare, premendo un tasto, di adeguarsi alla velocità raccomandata.

TUTTI MOTORI DIESEL

Per SpaceTourer Citroën, propone cinque motorizzazioni tutte Diesel BlueHD da: 95, 115, 150 e 180 CV, il propulsore da 95 CV è disponibile con cambio robotizzato ETG6, mentre sulla motorizzazione da 180 CV è prevista come unica trasmissione l’automatica EAT6, tutte e due a sei rapporti. La nuova generazione di motori offre oltre a una consistente riduzione dei pesi che va da 100 a 300 kg (rispetto alle precenti generazioni) a seconda delle versioni anche consumi ed emissioni sensibilmente contenuti che vanno dai 5,1 l/100 km del BlueHDi 115 S&S ai 5,8l/100 km del BlueHDi 180 S&S EAT6.

Gallery: Citroën SpaceTourer