La terza generazione del van della Casa torinese segna una piccola rivoluzione nella storia del furgone

Il Daily cambia e lo fa rimanendo il più possibile fedele al suo DNA, ma compiendo anche quel salto generazionale che gli permette di guardare con fiducia a mercati che prima potevano sembrare ancora difficili da conquistare. Furgone e cabinato, due veicoli diversi per esigenze e obbiettivi differenti; un segmento da conquistare, quello dei van e uno in cui continuare a rafforzarsi per mantenere una leadership indiscussa. Per questo il Nuovo Daily si presenta, alla sua terza generazione con l’80% dei componenti completamente ridisegnati, ma conservando la classica struttura a telaio, sinonimo di robustezza durata e facilità di allestimento per i cabinati.

UN DESIGN ACCATTIVANTE E FUNZIONALE

Sul Nuovo Daily fa il suo debutto il nuovo family feeling Iveco. Il frontale nasce dalla composizione di moduli diversi: la superficie vetrata del parabrezza, incorniciata dai montanti neri, prosegue nei finestrini laterali e si unisce alla fascia creata dai proiettori e dalla calandra all’altezza degli specchi. Il cofano galleggia fra i due moduli, in basso, il paraurti si allarga verso i passaruota. I fari sono collocati in posizione alta e arretrata per evitare danni in caso di piccoli urti così come i fascioni avvolgenti su tutti i lati e la maggiore superficie vetrata che rende l’abitacolo più luminoso e amplia la visione verticale migliorando anche l’aerodinamica . Anche l’interno dell’abitacolo è stato completamente riprogettato. La nuova plancia, il sedile e il volante consentono all’autista sensazioni di guida simili a quelle automobilistiche. In particolare, tutti i comandi e i vani portaoggetti sono stati concepiti per essere raggiunti facilmente, tra questi cinque vani coperti, tre portabicchieri, oltre a compartimenti su misura per oggetti di uso comune, come per esempio il telefono e il tablet e il sistema infotaiment Iveconect

DUE DAILY DISTINTI

Per quanto riguarda il Daily Furgone è stato effettuato un vero e proprio riposizionamento del Daily all’interno del segmento. L’efficienza del carico è stata ottimizzata attraverso un bilanciamento fa interasse, lunghezza totale e lunghezza utile. I passi sono stati ripensati e ora sono tre: 3.000, 3.520 e 4.100 mm, gli ultimi due disponibili sia a sbalzo corto sia a sbalzo allungato. Le volumetrie ora arrivano fino a 19,6 metri cubi e la versione da 10,8 metri cubi riesce a offrire il miglior rapporto fra lunghezza del vano di carico e lunghezza totale nella categoria dei van a trazione posteriore. L’MTT del furgone va da 3,3 a 7 tonnellate (con portata fino a 4 t), con volumetrie da 7,3 fino a 19,6 metri cubi e altezze fino a 2.100 mm, il vano di carico parte da 2.600 mm e può raggiungere i 5.100 mm. Anche l’offerta delle versioni cabinato si conferma tra le più ampie del mercato, con MTT da 3,3 a 7 tonnellate, passi da 3.000 a 4.750 mm e lunghezze allestibili fino a 6.190 mm.

UNA NUOVA ARCHITETTURA DELLE SOSPENSIONI

La nuova architettura ha migliorato l’equilibrio e la manovrabilità del Nuovo Daily furgone senza compromettere l’agilità negli spazi ristretti. Il diametro di volta fra marciapiedi rimane di 10,5 metri, ma per sfruttare al meglio il potenziale del nuovo veicolo è stata sviluppata una nuova sospensione anteriore denominata Quad Leaf, basata su uno schema a doppio quadrilatero con balestra trasversale che contribuisce a incrementare il comfort e la guidabilità e che verrà adottata progressivamente come standard sia sui furgoni sia sui cabinati, a partire dai modelli fino a 3,5 tonnellate che già la adottano di serie. Questa nuova sospensione offre un carico massimo ammesso di 1.900 kg, un’altezza da terra per le versioni cabinato 175mm e un incremento di portata di 40 kg rispetto alla precedente. Per le versioni a ruota singola è stata ricalibrata anche la sospensione posteriore per minimizzare i fenomeni di sovrasterzo e incrementare l’efficienza degli ammortizzatori abbassando la soglia di carico carico di 55 millimetri. Il Nuovo Daily offre ora di serie l’Electronic Stability Program (ESP) di serie, e in il Lane Departure Warning System (LDWS), che segnala acusticamente quando il veicolo esce dalle linee che delimitano la corsia di marcia senza che siano stati azionati gli indicatori di direzione.

MOTORI E GAMMA

Sono due i motori, che equipaggiano il Nuovo Daily, rispettivamente da 2,3 e 3 litri, e nove potenze da 106 a 205 CV. I motori sono disponibili in versione Euro5b+ con EGR o in versione Euro VI con sistema misto EGR+SCR. Sulle versioni Euro VI il sistema Common Rail di nuova generazione consente pressioni di iniezione fino a 2.000 bar. La gamma è, inoltre, completata dalla versione a metano Natural Power da 136 CV. Tutti i cambi sono a 6 marce, anche il cambio automatizzato Agile, utilizzabile sia in modalità automatica sia in modalità sequenziale.
Nuovo Daily, conferma una gamma molto articolata e diversificata che conta oltre 8mila abbinamenti diversi tra telaio, motore e meccanica articolati su:
■ 6 varianti di massa totale a terra, a partire da 3,3 fino a 7 tonnellate;
■ portate utili (compreso il conducente) sino a 4.700 Kg con capacità di traino sino a 3.500 kg;
■ 3 passi, 5 lunghezze e 3 altezze interne per la gamma furgoni;
■ 6 passi e lunghezze carrozzabili da 3 a 6,2 m per la gamma base per trasformazioni;
■ 9 volumetrie del vano di carico da 7,3 a 19,6 m3;
■ 9 propulsori da 106 a 205 cv, con livelli di coppia record fino a 470 Nm;
■ diametro di sterzata di 10,5 m;
■ lunghezza complessiva del vano di carico di oltre 5,1 m;
■ 15 vani portaoggetti di cui cinque chiusi;
■ oltre 40 optional disponibili.
La gamma del Nuovo Daily prevede le versioni furgone, semivetrato, cabinato, doppia cabina, scudato e minibus.

Gallery: Nuovo Iveco Daily