La Casa della Stella ha scelto fra le sue dipendenti una parte del team che guiderà Vito e Sprinter

Dopo una lunga selezione anche quest’anno sono stati scelti gli equipaggi che parteciperanno all’edizione 2013 del Rally Aïcha des Gazelles. Mercedes-Benz Vans invierà quattro squadre alla guida, nel deserto, di Sprinter e Vito, scelte anche fra le dipendenti donne di Daimler e sostenute da una appassionata del motor sport come Lina Van de Mars.

UNA DURA SELEZIONE

La selezione è stata effettuata fra più di 100 dipendenti che avevano aderito alla chiamata. Oltre ai requisiti come forma fisica e alla conoscenza della lingua francese, le candidate hanno dovuto superare una serie di prove culminate nella finale a 16 dove hanno dimostrato dimostrato le loro abilità di guida, esperienza tecnica e lo spirito di squadra.

QUATTRO EQUIPAGGI

Alla fine sono state Astrid Ebermann, 29 anni, dello stabilimento di Mannheim e Sabrina Trillmann, 27 anni, di Mercedes-Benz Accessories a Stoccarda a guadagnarsi il posto in squadra. Oltre a queste due ragazze, a completare il team alla guida dei Van Mercedes-Benz assieme a Lina Van de Mars, saranno altre tre dipendenti Dailmler che già avevano partecipato alle scorse edizioni e ad altre due ragazze, per la prima volta, selezionate attraverso un annuncio su riviste specializzate.

QUATTTRO VEICOLI

Daimler utilizzerà quattro veicoli Mercedes-Benz, due Vito e due Sprinter, dotati di gabbie rollover, Terratrip elettronico, sedili a guscio, estintori, protezione sottoscocca e pneumatici speciali da deserto. Motori, freni e sistemi elettronici dei veicoli sono tutti di serie. Solo lo Sprinter che sarà guidato da Lina Van de Mars è stato modificato in misura maggiore, in quanto avrà un interasse più corto per migliorare ulteriormente le sue capacità off-road attraverso le strette valli tra le dune di sabbia.

LA GARA

Il Rally Aïcha des Gazelles 2013 prenderà il via a Parigi il 16 marzo e terminerà a Essaouira, in Marocco, il 30 marzo. Il rally si svolge in 6 tappe, per un totale di più di 2.500 chilometri tra dune di sabbia, tratti rocciosi, pendii scoscesi e letti di fiumi asciutti. La gara è risservata alle sole donne e l'equipaggio vincitore è determinato sulla capacità di trovare il percorso più breve tra i punti di controllo, nel tempo assegnato, utilizzando contachilometri elettronici, bussole, mappe e rigelli; non sono ammessi GPS e cellulari. I proventi della manifestazione sono utilizzati per finanziare squadre di medici che si occupano di nomadi e abitanti dei villaggi remoti e insediamenti nel Sud del Marocco, durante tutto l'anno.

Gallery: Aicha des gazelles 2013