Il veicolo di cui vi vogliamo parlare oggi è un mezzo di trasporto speciale prodotto negli Anni ’70, epoca in cui in cui si affacciavano sul mercato delle piccole vetture compatte in grado di muoversi sui terreni più difficili e, talvolta, anche sull’acqua. 

I cosiddetti all-terrain vehicle (ATV) hanno raggiunto la loro maggiore diffusione in Europa proprio in quel decennio, destando l'interesse di diverse aziende e di alcune Case automobilistiche. Come Volkswagen che ha equipaggiato un veicolo fuoristrada anfibio di questo genere con motore e cambio di propria produzione.

Un po' di storia

Il primo ATV è stato realizzato in Canada, nel 1959, dal genio di un inventore che ha deciso di utilizzare due motori provenienti da motoseghe per creare un veicolo capace di adattarsi a qualsiasi tipo di terreno. La motricità di questi mezzi era affidata a un elevato numero di ruote, solitamente 6, sulle quali venivano installati pneumatici a bassa pressione per fornire il massimo livello di trazione.

Durante gli Anni ’60 hanno raggiunto un certo successo, soprattutto negli Stati Uniti dove venivano impiegati sia nelle corse sia per l’uso ricreativo, tanto che all’inizio del decennio successivo una rivista americana ha potuto elencare più di 60 modelli ATV in vendita o in fase di sviluppo.

ATV di lusso

In questo periodo è nato anche il Busse, un ATV anfibio a 6 ruote con carrozzeria in alluminio prodotto dall’azienda americana Busse SJI Corp. A differenza di quanto accadeva per la maggior parte dei modelli dell’epoca, il veicolo non utilizzava un piccolo motore 2 tempi di derivazione motociclistica, ma lo stesso il 4 cilindri 1.6 raffreddato ad aria da 56 CV montato sul Maggiolino.

Volkswagen Busse ATV

Non era l'unico componente di origine Volkswagen: anche il cambio semiautomatico a 3 rapporti e il convertitore di coppia erano forniti dalla Casa tedesca. Lungo 3,2 metri, largo 1,6 e del peso di 726 kg, con carrozzeria in alluminio al posto della tipica fibra di vetro con cui erano costruiti gli ATV, il veicolo poteva trasportare fino a 680 kg di carico utile.

Volkswagen Busse ATV

Il Busse era inoltre dotato di freni a disco idraulici e pneumatici di misura 26x12”. Riusciva a toccare la velocità massima di 45 km/h su terra e di 16 km/h in acqua, prestazioni a cui univa la capacità di risalire pendenze fino a 45 gradi. Costruito a Randolph, nel Wisconsin, era in vendita all'esorbitante prezzo di 4.875 dollari, un fattore che ha contribuito a farne un veicolo di produzione e diffusione limitate.  

Gallery: Foto - Volkswagen Busse, l'ATV degli Anni '70 con meccanica "made in Wolfsburg"