L’emergenza sanitaria legata alla pandemia di Covid-19 continua a richiedere l’aggiornamento delle proroghe sulle scadenze dei documenti di trasporto relativi ai mezzi e agli autisti. Per quanto riguarda la revisione dei veicoli e dei cronotachigrafi il 9 marzo scorso il ministero dell’Interno ha emanato una circolare che chiarisce termini e modalità.

Sulle patenti di guida e le carte di abilitazione professionale CQC sono in vigore le disposizioni riassunte da una circolare del ministero dei trasporti pubblicata il primo di marzo. Vediamo nel dettaglio le regole vigenti.

Revisione mezzi pesanti 2021

Durante questo anno di pandemia, le revisioni dei mezzi pesanti sono state oggetto di più interventi normativi, sia dall’Europa sia dal Governo italiano. Attualmente, in tutta Europa la revisione dei veicoli nelle categorie N, O3 e O4 (cioè sopra le 3,5 tonnellate e i rimorchi) con validità compresa tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 è prorogata di dieci mesi rispetto alla data di scadenza originaria.

Scadenze cronotachigrafo 2021

Secondo il Regolamento europeo UE 2021/267, l’ispezione biennale dei cronotachigrafi in scadenza tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 può essere fatta entro i dieci mesi successivi alla data prevista inizialmente per l’ispezione.

DTCO 4.0, il tachigrafo del futuro

I titolari delle carte del conducente in scadenza tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021, inoltre, devono ottenere il rilascio dagli organi competenti entro due mesi dalla data di richiesta. In questo caso, o anche se la nuova carta tachigrafica è stata richiesta per danneggiamento, smarrimento, furto o cattivo funzionamento, fino all’arrivo della nuova carta, l’autista deve annotare manualmente l’attività svolta giornalmente.

Rinnovo CQC (carta qualificazione conducente) nel 2021

Passiamo ai documenti di abilitazione alla guida. Il 16 febbraio scorso, l'Unione Europea ha pubblicato il regolamento n° 2021/267 che dispone un'ulteriore proroga della scadenza di ogni patente e dei certificati di abilitazione professionali dei conducenti. Il nostro ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (ex MIT) ha pubblicato quindi la circolare n° 7203 del 1° marzo 2021 per ridefinire le scadenze.

Riguardo alle patenti di guida e alle certificazioni professionali CQC con codice 95, al momento, valgono quindi le regole seguenti:

  • La validità di un documento in scadenza nel periodo compreso tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021, è prorogata di dieci mesi rispetto alla data indicata sulla carta.
  • Se, dopo l’applicazione della proroga la scadenza rientra comunque tra il 1° settembre 2020 e il 30 giugno 2021 si considera ulteriormente prorogata di altri sei mesi, ma mai oltre la data del 29 ottobre 2021.
  • Inoltre, l’Italia è stata autorizzata anche ad applicare la proroga di sette mesi non solo alle CQC in scadenza nel periodo compreso tra il 1° febbraio 2020 e il 31 agosto 2020, ma anche a quelle in scadenza dal 1° settembre 2020 al 31 dicembre 2020.
Scania Serie L motore 7 litri

Calendario validità CQC territorio UE

Ricapitolando, quindi, per la circolazione su tutto il territorio dell’UE e dello SEE con le patenti di guida e le CQC rilasciate in Italia e per la circolazione su tutto il territorio italiano con le con le patenti di guida e le CQC rilasciate da un diverso Paese membro dell’UE o del SEE (salvo diversa indicazione dello Stato di rilascio) la validità è così prorogata:

Scadenza originaria Scadenza prorogata
1° febbraio 2020 – 31 maggio 2020 13 mesi dalla data della scadenza originaria
1° giugno 2020 – 31 agosto 2020 1° luglio 2021
1° settembre 2020 – 30 giugno 2021 10 mesi dalla data della scadenza originaria

Calendario validità CQC in Italia

Per la circolazione sul suolo nazionale, la validità delle patenti di guida e delle CQC rilasciate in Italia è così prorogata:

Scadenza originaria Scadenza prorogata
31 gennaio 2020 – 29 dicembre 2020 29 ottobre 2021
30 settembre 2020 – 30 giugno 2021 10 mesi dalla data della scadenza originaria
1 luglio 2021- 31 luglio 2021 29 ottobre 2021

Rinnovo CQC dopo due anni dalla scadenza

Per rinnovare la CQC scadute nel 2018/19, passati due anni dalla scadenza, sarebbe obbligatorio fare l’esame di ripristino, ma nel calcolare i due anni il periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 e il 29 luglio 2021 non va contato.

Inoltre, se il termine biennale cadeva proprio tra il 31 gennaio 2020 e il 30 aprile 2021 esso è prorogato fino al 29 luglio 2021 e il titolare potrà rinnovare la CQC senza sottoporsi all’esame di ripristino.

Volvo Trucks, elettrificazione gamma pesante

Rinnovo certificati CFP ADR merci pericolose nel 2021

Anche gli attestati dei corsi per il conseguimento o per il rinnovo dei certificati di formazione professionale dei conducenti di veicoli adibiti al trasporto di merci pericolose, CFP ADR, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 30 aprile 2021 - in Italia - sono validi fino al 29 luglio 2021.

Rinnovo patente CE oltre i 65 anni

La scadenza del 29 ottobre 2021 vale anche per gli attestati rilasciati ai conducenti che hanno compiuto 65 anni, per guidare autotreni e autoarticolati con MTT superiore a 20 t, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2021.

Fino al 29 ottobre 2021, quindi, i conducenti muniti di patente di categoria CE che hanno compiuto 65 anni dopo il 31 gennaio 2020, possono guidare autotreni e autoarticolati con MTT sopra 20 t, anche se non hanno ancora ottenuto l’attestazione della commissione medica locale.

Nuovo Volvo Trucks FMX

Rinnovo patente CE oltre i 60 anni

Anche gli attestati rilasciati ai conducenti che hanno compiuto 60 anni, per guidare autobus, autocarri, autotreni autoarticolati e autosnodati adibiti al trasporto di persone, in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2021, sono validi sempre fino al 29 ottobre 2021.

Fino a questa data, perciò, i conducenti muniti di patente di categoria D1, D1E, D o DE che hanno compiuto 60 anni dopo il 31 gennaio 2020, possono guidare anche se non hanno ancora ottenuto l’attestazione della commissione medica locale.