OmniAuto.it
Mercato commerciali l'Europa stenta - Attualità e Mercato

20 dicembre 2012
di Francesco Stazi
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (1)

Mercato commerciali l'Europa stenta

La fine del 2012 presenta un conto con il segno meno su quasi tutte le principali piazze

Secondo i dati diffusi oggi da ACEA, l’associazione che raccoglie i Costruttori europei di autoveicoli, nel mese di novembre, le nuove immatricolazioni di veicoli commerciali e industriali hanno raggiunto il livello più basso dal novembre 2009, in calo del 18,5% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. 
Tutti i principali mercati hanno dovuto fronteggiare un crisi in doppia cifra che va dal -13,6% in Germania, al -16,1% nel Regno Unito, -20,7% in Francia, -25,1% in Spagna e -27,5% in Italia

IL CONTO DALL’INZIO DELL’ANNO
Da gennaio a novembre in UE sono stati immatricolati in tutto 1.569.390 nuovi veicoli commerciali, pari all’11,4% in meno rispetto allo stesso periodo di un anno fa. Fra i principali mercati continentali, Regno Unito (-4,8%), Germania (-5,2%), Francia (-9,2%), Spagna (-25,2%) e Italia (-32,5%), hanno visto tutti contrarre le loro immatricolazioni

LA SITUAZIONE DEI VAN
Considerando i van, nel mese di novembre, la domanda di nuovi furgoni è scesa del 19,5%, pari a 114.425 unità. Solo la Slovenia (+4,7%), Lettonia (+10,6%) e Bulgaria (+17,3%) registrano un andamento migliore rispetto allo scorso anno. Altrove ha prevalso la recessione che ha determinato un -13,1% in Germania, un -16,4% nel Regno Unito, il -21,6% in Francia, il -25,2% in Spagna e il -27,3% in Italia.

UN BILANCIO ANNUALE NEGATIVO
Undici mesi dopo l'inizio dell’anno le immatricolazioni di nuovi van sono diminuite del 12,3%, con un totale di 1.274.014 unità. La riduzione annuale ha investito tutti i principali mercati che si sono ridotti dal 4,0% della Germania, al 7,4% nel Regno Unito, 9,5% in Francia, 25,7% in Spagna e fino al 32,9% dell’Italia.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino