OmniAuto.it
Altri test
Vedi tutti
facebook Invia ad un amico

Fiat Scudo, l'universale

Un furgone da città che, per prestazioni e comfort, si adatta facilmente anche a mission extraurbane e a lungo raggio

Recensione
Fiat Scudo si potrebbe definire il van cittadino "universale". Con le sue dimensioni compatte e la discreta varietà di gamma, infatti, si adatta perfettamente a tutte le mission in ambito urbano; mentre, il motore brillante da 130 CV consente, all’occorrenza, anche lunghe escursioni in ambito extraurbano. Il tutto è mitigato da consumi ai vertici della categoria e da una portata in linea perfetta con il segmento.
design & interni
Design & Interni

Forma aerodinamica lievemente futuristica, ampi fanali anteriori e una linea del vano di carico regolare, caratterizzano il design dello Scudo. Il grande salto in termini di carrozzeria e di interni è stato fatto da Fiat Professional qualche anno fa, quando si è passati alla seconda generazione di Scudo, andando a posizionarsi nel difficile segmento dei van da 1 tonnellata di portata. Negli anni, poi, il design dello Scudo è rismato pressoché uguale salvo alcuni restyling che ne hanno attualizzato forme e abitabilità. Il posto guida è moto comodo, degno di una monovolume, e questo ne spiega il successo anche delle versioni trasporto passeggeri. Visibilità e abitabilità sono ad alti livelli così come la disponibilità di vani in cabina per riporre, in sicurezza, oggetti e strumenti di lavoro.

  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 1
  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 2
  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 3
  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 4
  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 5
  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 6
  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 7
  • Fiat Scudo, l'universale - design-interni - 8

Zona carico
Zona carico

La forza di Scudo è sicuramente la grande regolarità del vano di carico. Nella versione testata la volumetria raggiunge i 5 metri cubi grazie a una lunghezza di 2.225mm, una larghezza massima di 1.600, per un’altezza interna di 1,449 mm. L’accesso è garantito da un portellone posteriore a doppio battente, apribile fino a 180 gradi, e da un portellone laterale di poco meno di un metro di larghezza e 1,3 metri di altezza, raddoppiabile, in opzione, sull’altra fiancata. La portata utile si attesta sui 920 kg, ma può arrivare a 1.120 se si sceglie la versione maggiorata. Interessante anche le misura della soglia di carico a poco più di 56 cm da terra che agevola non poco le operazioni di salita e discesa dal vano oltre che le operazioni di carico e scarico.

  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 1
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 2
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 3
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 4
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 5
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 6
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 7
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 8
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 9
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 10
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 11
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 12
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 13
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 14
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 15
  • Fiat Scudo, l'universale - zona-carico - 16

Alla guida
Alla guida

La cosa che ci colpisce di più alla guida dello Scudo, che abbiamo guidato in versione Euro5, è sicuramente il suo motore. Parzialmente carico si fa quasi fatica a gestirne l’esuberanza, a pieno carico ci offre prestazioni e una comodità di marcia da monovolume. Il cambio a sei rapporti propone sempre la scelta ottimale, sia per districarsi nel misto cittadino, sia per una guida più risparmiosa nei percorsi extraurbani o autostradali. La posizione al volante è comoda e la trazione anteriore offre un comportamento su strada intuitivo e facilmente controllabile. Buono il lavoro delle sospensioni sia anteriori sia posteriori che coniugano comfort e stabilità sopratutto quando si viaggia con un po’ di peso dietro. Visibilità e maneggevolezza si apprezzano se ci si trova a manovrare nello stretto. Lo spunto, quasi bruciante e l’elasticità del propulsore, che sviluppa una coppia di 320 newton metri tornano utilissimi nelle partenze ai semafori, mentre il comfort globale e la sesta un po’ lunga fa diventare piacevoli anche i trasferimenti prolungati.

  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 1
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 2
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 3
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 4
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 5
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 6
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 7
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 8
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 9
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 10
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 11
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 12
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 13
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 14
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 15
  • Fiat Scudo, l'universale - alla-guida - 16

Tecnica & Sicurezza
Tecnica & Sicurezza

130 CV per 320 Nm. Sono questi i parametri del cuore di questo Scudo che fa del propulsore uno dei suoi cavalli di battaglia. Nel gestire questa potenza, quasi esuberante, l’autista trova un ottimo alleato nel sistema ASR antislittamento che, nella prova sul pavè romano, ha lavorato parecchio, specie nei trasferimenti a carico parziale. L’ESP completa la dotazione di sicurezza, mentre i numerosi vani di stivaggio, il sistema di infotainament con navigatore, connect, blue&me e il cruise control, aiutano l’autista nel difficile lavoro di tutti i giorni nel traffico cittadino. Così come i sensori di parcheggio che semplificano, notevolmente, le operazioni di manovra. Sospensioni e sterzo lavorano in maniera sempre corretta e tutti insieme contribuiscono a confermare la sensazione di trovarsi al volante di un’auto che lavora. La ciliegina sulla torta la mettono i consumi che, nel ciclo misto, vengono dichiarati a 6,8 l/100 km per salire a 8,0 l (sempre una cifra di tutto rispetto) nel ciclo urbano.

  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 1
  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 2
  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 3
  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 4
  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 5
  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 6
  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 7
  • Fiat Scudo, l'universale - tecnica-sicurezza - 8

Prezzo e Allestimenti
Prezzo e Allestimenti

Il modello testato, a passo corto e tetto basso, con motore da 130 CV, parte da una base di listino di 20.586 euro IVA esclusa, a cui dobbiamo aggiugere gli optional di navigatore e ESP. La gamma comprende tre versioni di motorizzazioni: un 1,6 l da 90 CV e due 2,0 l da 130 e 165 CV, due lunghezze e due altezze di carrozzeria, oltre alla posisbilità di avere la doppia porta scorrevole laterale e scegliere fra due portate massime: 920, 1.120. Con prezzi che partono da 19.586 euro IVA esclusa.

Commenti
Nome
E-mail (*)
Titolo Commento
Sito web
Commenti