OmniAuto.it
Luglio-Agosto commerciali in calo in UE e Italia - Attualità e Mercato

28 settembre 2012
di Francesco Stazi
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Luglio-Agosto commerciali in calo in UE e Italia

Bimestre caldo sul fronte delle vendite dei van in europa con un mercato che ancora non riparte

In Luglio sono stati venduti in Europa 109.698 veicoli commerciali al di sotto delle 3,5 tonnellate vale a dire il 4,8% in meno rispetto allo stesso periodo del 2011. Fra i principali mercati si registra la crescita della Francia con un +1,2% e del Regno Unito (+10,2) mentre sono in calo i mercati di Germania (-0.4%), Spagna (-21.8%) e Italia (-28.8%).

UN AGOSTO CALDO
La situazione peggiora anche in Agosto quando il calo rispetto al 2011 è addirittura del 13,5% con 80.814 unità vendute, il risultato di un calo generalizzato di Germania (-4.4%), del Regno Unito (-12,5%) e della Francia (-16,9%) che si uniscono a quelli consolidati di Spagna e Italia entrambi nell’ordine medio del 25%. Per i primi 8 mesi dell’anno la domanda globale fa segnare un calo dell’11,5 % con 916.981 unità vendute. Una tendenza negativa registrata, praticamente, in tutti i principali mercati.

LA SITUAZIONE ITALIANA
“Continua la retromarcia del mercato dei veicoli commerciali, che in Luglio ha segnato un nuovo record negativo, registrando in volume il peggior risultato della storia dal 1990 ad oggi. Sulla stessa scia il livello delle immatricolazioni di agosto: bisogna tornare indietro al 1994, per trovare un risultato peggiore”. Questo il commento di Romano Valente, Direttore Generale dell’UNRAE ai dati elaborati dal Centro Studi.

POCHE ILLUSIONI
Nel dettaglio i veicoli da lavoro venduti in Luglio in Italia sono stati 9.241, mentre il mese di Agosto, con 4.993 immatricolazioni, ha segnato una riduzione di quasi un questro rispetto al 211“Tali flessioni – ha aggiunto Valenteseppur leggermente migliorative rispetto ai cali dei mesi precedenti (superiori al 30%), non devono lasciar pensare a una inversione di tendenza. Proprio nel terzo trimestre dello scorso anno, infatti, il settore dei veicoli commerciali cominciò a registrare una nuova brusca frenata, pertanto i volumi di vendita evidenziavano già dei ridimensionamenti”.

UN OUTLOOK FORTEMENTE NEGATIVO
Nei primi 8 mesi dell’anno, in Italia il comparto ha già perso oltre 42.000 unità, con un consuntivo di 78.448 immatricolazioni, in flessione del 35,1% rispetto alle 120.785 di un anno fa. “Lo stato generale di crisi della nostra economia – ha concluso il Direttore Generalecon conseguente calo delle merci trasportate, a cui si affiancano le difficoltà delle imprese ad ottenere credito all’acquisto, non lasciano intravedere segnali di ripresa nel breve periodo”. 
La previsione UNRAE di chiusura anno 2012, pertanto, si attesta fra le 115.000/120.000 immatricolazioni di veicoli commerciali, intorno al 30% di flessionerispetto ai livelli dello scorso anno”.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino