OmniAuto.it
porter-elettrici-da-milano-a-shanghai-iv-parte - Galleria Curiosità
Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 1 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 2 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 3 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 4 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 5 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 6 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 7 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 8 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 9 Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte - Galleria Curiosità- Thumb 10

9 settembre 2010
di Gabriele Bolognini
tag: Curiosità, Piaggio

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Porter elettrici da Milano a Shanghai IV^ parte

I piccoli furgoncini elettrici autoguidati Porter Piaggio del VisLab di Parma sono giunti a metà viaggio verso Shanghai.

Ekaterimburg - Russia
Mercoledì 8 settembre 2010 – h 13:06 (ora italiana, GMT+2)
Latitudine 56° 51’ 4” N
Longitudine 60° 36’ 19” E
Temperatura 18° C

L’ultima volta l’avevamo lasciati a Mosca ed era il 19 agosto. Continuiamo a spiare il diario di bordo.

19 agosto Mosca
Dopo una presentazione tecnica e una demo dei Porter Piaggio autoguidati, presso la sede della Topcon di Mosca, L’Ambasciatore Italiano a Mosca, Claudio Surdo, ha voluto ricevere personalmente gli uomini della VisLab e Overland 13 nella splendida ed evocativa cornice dalla fontana “Amicizia tra i popoli”, congratulandosi per il traguardo raggiunto dalla tecnologia tutta italiana dei piccoli furgoni autoguidati.

21 agosto Mosca
Una misteriosa autovettura, coperta da un telo bianco, su cui qualcuno ha dipinto il logo della VisLab e scritto “il domani inizia da qui”, si è avvicinata all’albergo dove alloggiano equipe e mezzi di VisLab e Overland 13.
Niente paura sono solo dei fans che, seguendo l’avventura via internet, hanno voluto manifestare il loro entusiasmo per l’impresa in questo modo un po’ bizzarro.
Si tratta di un gruppo di giovani che ha chiesto la possibilità di fare un giro sui piccoli Porter. Per la prima volta, nella storia dell’automobile, degli autostoppisti sono saliti a bordo di un veicolo autoguidato. Immaginando la scena fuori dall’attuale contesto, solo con l’autostoppista e il veicolo, sembrerebbe proprio di vivere nella fantascienza!

26 agosto Saratov
Quando il convoglio italiano è giunto a Saratov, la polizia l’ha scortato fino all'Hotel a sirene spiegate. Ad ogni incrocio una pattuglia della polizia fermava il traffico per far passare i mezzi di VisLab e Overland 13.
Raggiunto l’albergo, dei poliziotti sono entrati dentro, mentre uomini e mezzi di VisLab e Overland 13 aspettavano fuori.
Dopo un po’ i poliziotti sono usciti dicendo che l’albergo era prenotato per una riunione segreta e sarebbe stato pericoloso rimanere in zona!
Così la polizia ha scortato in tutta fretta il convoglio italiano in un parcheggio lontano da quel posto giudicato momentaneamente “non sicuro”.
Al termine della fantomatica riunione la polizia ha riaccompagnato i “nostri eroi” all’albergo.
Siamo sicuri di non essere finiti in una puntata di ALIAS?

27 agosto Saratov
Durante la demo a Saratov è successo un piccolo incidente. La demo, ormai collaudata, prevede una serie di passaggi: il veicolo entra nella zona di dimostrazione ed esegue un insieme di manovre pre-registrate in totale autonomia. Successivamente viene dato modo alla stampa e alle tv locali di provare i veicoli autoguidati.
Quando la demo sta per finire, però, accade qualcosa di strano: un furgoncino non si ferma all'ultimo waypoint e continua a muoversi lentamente fino a toccare un altro furgoncino (fortunatamente senza danni).
Gli operatori VisLab rimangono allibiti dall’imprevista manovra.
In seguito, dopo diversi controlli, si viene a capo del mistero: sembra che un giornalista con il suo gomito o con la fotocamera, abbia continuato a spingere accidentalmente (si spera) un pulsante resettando il programma del veicolo.
Eeh questi giornalisti...
In effetti (vedi foto), il bracciolo del sedile posteriore è stato progettato in modo che tutti i sottosistemi siano facilmente raggiungibili dallo staff durante le prove, forse un po’ troppo facilmente (aggiungiamo noi) anche da altre persone durante le demo.

1/2 settembre Kazan
Altro incontro con la stampa e presentazione dei veicoli VisLab a Kazan, capitale del Tatarstan, città affascinante, con tanti bei monumenti e chiese, e tanto traffico. Il clima è abbastanza freddo, la sera la temperatura può scendere al di sotto di 10 ° C anche in estate.
L'interesse per progetto italiano è in costante aumento anche in quest’angolo di mondo, specie da parte dei giovani.

8 settembre Ekaterinburg
L’albergo dove sostano gli infaticabili furgoncini con la loro massiccia scorta dista 30 km da Ekaterinburg. Il parcheggio a disposizione, però non consente di lavorare sui veicoli, che necessitano di alcuni interventi di manutenzione. Si spera nella prossima tappa.
Ekaterinburg è una metropoli russa, capoluogo dell'Oblast di Sverdlovsk. Situata sul lato asiatico degli Urali, è il principale centro industriale e culturale della regione degli Urali.

Alla prossima!

Tramite una specifica applicazione, scaricabile dal sito http://itunes.apple.com/app/vislab-viac, sarà possibile seguire l’avventura dei Porter elettrici Piaggio autoguidati anche da iPhone e iPod touch.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino