OmniAuto.it
Veicoli elettrici, arrivano gli incentivi - Attualità e Mercato

21 giugno 2012
di Francesco Stazi
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Veicoli elettrici, arrivano gli incentivi

Approvato nelle Commissioni un testo che stanzia 70 milioni l'anno per l'acquisto di mezzi ecologici

Dal 2013 potrebbero arrivare gli econincentivi per l’acquisto di veicoli a bassa emissione. È stato, infatti, approvato nelle commissioni Trasporti e Attività produttive della Camera il testo di un disegno di legge che stabilisce modalità ed entità di contributi all’acquisto di questa tipologia veicoli, a partire dal 2013 e per i 2 anni successivi (2013, 2014, 2015).

L’intenzione del parlamento è quella di inserire il testo nel Decreto Sviluppo, in modo da arrivare al più presto allo stanziamento.

L’attenzione è tutta per i veicoli elettrici, anche se il contributo di 70 milioni di euro per ogni anno, riguarderà, in generale tutti i mezzi che presentano emissioni di CO2 inferiori ai 120g/km e che utilizzano oltre alla trazione elettrica, quella ibrida, GPL, metano, biometano, biocombustibili e idrogeno.

Questo è un passaggio importante della legge visto che, a diversi livelli di emissioni, corrisponderanno diversi livelli di incentivi. Meno si inquina più si riceve.

COME E QUANTO
Gli incentivi riguarderanno l’acquisto di veicoli nuovi a fronte della rottamazione di un veicolo di cui si è proprietari o utilizzatori (in caso di locazione fnanaziaria) da almeno 12 mesi e saranno così distribuiti:

• 20% del prezzo di acquisto, nel 2013 e nel 2014, fino a un massimo di 5.000 euro per veicoli con meno di 50 g/km di emissioni di CO2
• 15% del prezzo di acquisto, nel 2015, fino a un massimo di 3.500 euro per veicoli con meno di 50 g/km di emissioni di CO22
• 20% del prezzo di acquisto, nel 2013 e nel 2014, fino a un massimo di 4.500 euro per veicoli con meno di 95 g/km di emissioni di CO2
• 15% del prezzo di acquisto, nel 2015, fino a un massimo di 3.000 euro per veicoli con meno di 95 g/km di emissioni di CO22
• 20% del prezzo di acquisto, nel 2013 e nel 2014, fino a un massimo di 2.000 euro per veicoli con meno di 120 g/km di emissioni di CO22
• 15% del prezzo di acquisto, nel 2015, fino a un massimo di 1.800 euro per veicoli con meno di 95 g/km di emissioni di CO22

Il contributo spetterà a veicoli immatricolati fra il 1 gennaio 2013 e il 31 dicembre 2015 e dovrà essere equamente ripartito fra Stato e concessionario, quest’ultimo poi verrà rimborsato dal Costruttore che recupererà la cifra come credito d’imposta.

Il veicolo da rottamare, inoltre, dovrà essere della stessa categoria del veicolo acquistato e deve avere almeno 10 anni di vita.

Per il 2013 secondo la ripartizione presente nel testo legislativo, 20 milioni di euro saranno riservati ai veicoli più verdi (meno di 95 g/km di CO2), quindi anche gli elettrici, e di questi il 20% verranno erogati anche in assenza di rottamazione.

Il testo di legge, prevede, infine, anche un stanziamento di fondi per lo sviluppo dell'utlizzo di veicoli a basse emissioni. Sia attraverso sperimentazioni di flottte pubbliche e private sia attraverso l'ampliamento delle infrastrutture per la ricarica di vecoli elettrici

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino