OmniAuto.it
Iveco, i nuovi motori Euro VI - Camion

21 maggio 2012
di Francesco Stazi
tag: Camion, Iveco

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (1)

Iveco, i nuovi motori Euro VI

La Casa torinese ha presentato la tecnologia High Efficency SCR, che equipaggerà i nuovi propulsori

In occasione del TechDay, che si è svolto al Fiat Industrial Village a Torino, Iveco e FPT Industrial hanno presentato l’esclusiva tecnologia, High Efficiency SCR, per rispettare gli standard legislativi Euro VI e per soddisfare le future esigenze dei clienti in materia di riduzione dei consumi e dei costi operativi.

Con l’introduzione delle normative sulle emissioni Euro IV/V nel 2005, Iveco e FPT Industrial avevano già scelto la strada dell’SCR, che prevede una messa a punto del motore, consentendo la massima ottimizzazione dell’efficienza della combustione, in questo modo aumentano le emissioni di ossidi di azoto, che vengono tuttavia abbattuti grazie al sistema SCR di post-trattamento dei gas di scarico.

Così anche per le normative Euro VI, le strategie di Iveco e di FPT Industrial non sono state modificate, FPT Industrial ha, infatti, realizzato il sistema High Efficiency SCR completamente brevettato, che consente di raggiungere importanti obbiettivi.

La tecnologia post-trattamento di FPT Industrial, che utilizza soltanto il sistema SCR, per i veicoli Euro VI, è unica ed esclusiva, poiché permette di rispettare i rigidi limiti delle emissioni di ossido di azoto, grazie al solo sistema di riduzione catalitica, senza alcuna necessità del ricircolo dei gas di scarico.

IL SISTEMA HIGH EFFICIENCY SCR
I limiti di emissione Euro VI possono essere raggiunti mediante l'utilizzo del sistema SCR (Selective Catalytic Reduction), con o senza l’uso combinato del sistema EGR (Exhaust Gas Recirculation).

La scelta adottata da FPT Industrial consiste invece nell’aumentare l'efficienza del motore e nel ridurre il particolato prodotto dalla combustione, a causa dell'assenza dei gas di scarico ricircolati.

La restante quantità di particolato viene ridotta nel filtro DPF, mentre gli ossidi di azoto vengono ridotti nell'impianto di scarico, con un miglioramento dei consumi di carburante, delle prestazioni e dell'affidabilità.

Il sistema High Efficiency SCR di FPT Industrial è in grado di ridurre i livelli di ossido di azoto di oltre il 95%.

In particolare, il sistema comprende:
- Diesel Oxidation Catalyst (DOC)
- Filtro antiparticolato Diesel passivo (DPF)
- Modulo di dosaggio per AdBlue
- Miscelatore dell'AdBlue
- Selective Catalytic Reduction (SCR)
- Clean Up Catalyst (CUC)

Infine, è dotato di una rete di sensori integrati per controllare le emissioni di ossidi di azoto e i possibili livelli eccessivi di NH3 (ammoniaca).

I MOTORI EURO VI
La serie Euro VI di propulsori si caratterizza per l'introduzione di motori re ingegnerizzati, Fondamentali per l'ottimizzazione dell'efficienza di combustione sono l’elevata pressione media effettiva dei cilindri ed alte pressioni degli iniettori.

Per di conseguire questi risultati, sono state apportate significative modifiche all'architettura del basamento e della testa cilindri, che hanno determinato una maggiore rigidità strutturale, un aumento della capacità di circolazione del refrigerante e una portata nominale superiore.

La gamma di motori Euro VI è dotata di un sistema di iniezione common-rail di ultima generazione, con una pressione massima di iniezione fino a 2.200 bar.

È stata introdotta una nuova centralina elettronica per la gestione dei parametri del motore e il controllo accurato dei sistema di post-trattamento dei gas di scarico.

Tutti i motori sono inoltre dotati di valvola a farfalla del freno motore, che consente di supportare la rigenerazione passiva del filtro DPF e di migliorare fino al 30% le prestazioni del freno motore rispetto agli attuali motori Euro V.

Grazie al programma di ottimizzazione della combustione, le emissioni di particolato prodotte dal motore sono già ridotte e non è quindi necessaria la rigenerazione forzata del filtro DPF, aspetto importante in termini di consumi di carburante e manutenzione periodica.

Inoltre, poiché il motore immette solamente aria filtrata pulita invece dei gas di scarico ricircolati, l’usura viene mantenuta a livelli molto bassi con intervalli di manutenzione fino a 150.000 km.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Iveco