OmniAuto.it
Mercedes al rally Aïcha des Gazelles - Eventi

27 marzo 2012
di Francesco Stazi
tag: Eventi, Mercedes-Benz

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Mercedes al rally Aïcha des Gazelles

Con tre equipaggi, due Vito e uno Sprinter, la Casa tedesca difende il titolo del 2011

Marie Le Neillon-Quesseveur, Susanne Ehmer, Christina Ines Ackermann, Coralie Lejeune, Daniela Snyders e Julia Salamon, sono loro le 6 partecipanti Daimler al rally nel deserto Aïcha des Gazelles 2012 che, partito il 17 marzo da Parigi, si concluderà il 30 marzo in Marocco.

Le dipendenti del Gruppo Daimler hanno già partecipato con successo al rally nelle edizioni 2010 e 2011, lo scorso anno, si sono piazzate al primo posto nella loro categoria con un Vito.

Al rally 2012, Daimler porta in gara tre van Mercedes-Benz: due Vito e uno Sprinter. Debitamente modificati per la gara. In particolare, sui Vito, sono stati montati una gabbia di sicurezza antiribaltamento, il misuratore di percorso Terratrip, sedili a guscio, estintore, protezione sottoscocca e pneumatici speciali da deserto. La catena cinematica, i freni e l’elettronica del veicolo rimangono quelli di serie.

A parte il passo accorciato, anche il terzo veicolo che partecipa al rally, un Mercedes-Benz Sprinter, è un modello di serie, modificato per la gara solo in alcuni particolari. Le modifiche comprendono, tra l’altro, speciali pneumatici da sabbia, una gabbia di sicurezza antiribaltamento, sedili a guscio e una protezione del sottoscocca.

IL RALLY AÏCHA DES GAZELLES
Al Rallye Aïcha des Gazelles 2012 la partecipazione è riservata esclusivamente alle donne. Il rally si snoda su una distanza di 2.500 chilometri suddivisi in sette tappe. Quest'anno, ai nastri di partenza, ci sono stati 150 team provenienti da tutto il mondo.

Al rally vince non soltanto il team più veloce, bensì quello che trova il percorso più breve fra i check-point entro il periodo di tempo prestabilito: il tutto senza GPS, binocolo o telefono cellulare. Non sono previsti compensi né premi in denaro per le partecipanti.

Con i proventi del rally vengono finanziate squadre di dottori che forniscono assistenza medica per tutto l’anno ai nomadi e ai residenti di villaggi e insediamenti remoti nel Sud del Marocco. Inoltre, un convoglio medico con una clinica mobile attraverserà il Paese durante il rally per eseguire interventi chirurgici di vitale importanza.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino