OmniAuto.it
H2Roma elettrizza il futuro - Eco e ambiente

9 novembre 2011
di francesco Stazi
tag: Eco e ambiente

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (1)

H2Roma elettrizza il futuro

Dalla Kermesse capitolina indicazioni concrete per il trasporto merci a emissioni zero

Dal prestigioso palcoscenico di H2Roma Energy&Mobility Show, salone dedicato all’energia e alla mobilità sostenibile, giunto alla sua decima edizione, arrivano delle importanti indicazioni su quello che potrebbe essere il palcoscenico del futuro in tema di trasporto merci a emissioni zero.

Quella dei veicoli commerciali sembra, infatti, essere la prospettiva più a breve termine per vedere in azione i nuovi motori elettrici, e lo dimostra anche il livello tecnologico e di industrializzazione raggiunto da questa tipologia di veicoli.

“Utilizzare un veicolo elettrico per il famoso ultimo miglio, vale a dire il trasporto in città, è uno degli obbiettivi che si è prefissata Mercedes-Benz con la costruzione del Vito E-CELL.

– Dichiara Paolo Lanzoni, responsabile della comunicazione di Mercedes-Benz Italia – Assieme agli altri veicoli ibridi e a emissioni zero, come ad esempio la Smart, Mercedes ha, per questo, da subito, sviluppato, anche un veicolo commerciale. Il Vito E-CELL già venduto con successo in Germania e Spagna e di cui è nostra ferma intenzione introdurne la distribuzione anche in Italia.

Dello stesso avviso anche Andrea Baracco, responsabile della Comunicazione Istituzionale di Renault Italia. Il Brand francese sta, infatti, in questi giorni lanciando sul mercato italiano i primi due veicoli elettrici della sua Gamma Z.E. tra cui la furgonetta Kangoo.

“Noleggio delle batterie e un’intera gamma di veicoli a emissioni zero: sono questi i due binari su cui si muove Renault per promuovere la mobilità elettrica. Il trasporto merci è un argomento trasversale e, a nostro avviso, è il settore che può far fare realmente il salto di qualità alla diffusione dei veicoli super-ecologici, anche considerando che, proprio sul trasporto merci, le amministrazioni stanno attuando le maggiori e più restrittive limitazioni alla circolazione, basti vedere la situazione del comune di Milano con l’entrata in vigore della ZTL Merci.

Ma la sfida della mobilità elettrica non si può vincere senza il sostegno delle aziende e delle istituzioni, in particolare delle amministrazioni locali. “Per questo Renault – continua Baracco – ha, da subito, stretto e stringerà in futuro, accordi sia con le utility dell’energia sia con le amministrazioni di alcuni fra i principali comuni italiani”.

Fra i prossimi progetti, della Losanga, in via di sviluppo, oltre Milano e Firenze c’è anche Roma dove, come si può immaginare, la situazione è abbastanza complessa, e per questo non ci è stato anticipato nulla, tranne che si tratta di un’iniziativa presa dalla Camera di Commercio e dall’Unione degl Industriali e che dovrebbe avere come base la divisione del territorio in aree in cui sarebbe regolamentato l’ingresso dei veicoli commerciali.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino