OmniAuto.it
MERCEDES-BENZ VITO ELETTRICO - Galleria Eco e ambiente
Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 1 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 2 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 3 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 4 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 5 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 6 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 7 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 8 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 9 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 10 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 11 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 12 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 13 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 14 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 15 Mercedes-Benz Vito E-CELL - Galleria Eco e ambiente- Thumb 16

24 luglio 2010
di Gabriele Bolognini
tag: Eco e ambiente, Mercedes-Benz

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Mercedes-Benz Vito E-CELL

La Stella presenta la sua alternativa al motore termico per il segmento dei commerciali

Nelle metropoli con elevata densità di popolazione ed alto livello di inquinamento da CO2, polveri sottili ed emissioni acustiche, il futuro è dei veicoli a trazione elettrica. Mercedes-Benz presenta Vito E-CELL: primo Van con alimentazione elettrica a batteria prodotto in catena di montaggio insieme con i veicoli a trazione termica.

Vito E-CELL, grazie alla sua marcia silenziosa, può svolgere la sua mission non soltanto nelle zone con elevati tassi di inquinamento ambientale, ma anche nelle aree protette dalle emissioni acustiche (località termali, zone residenziali con divieto di circolazione nelle ore notturne, etc.).

Entro la fine del 2010 il Vito E-CELL verrà introdotto sul mercato con una serie limitata di 100 veicoli, a partire dal 2011 si prevede un incremento di 2.000 unità. Tra agosto e dicembre del 2010, Mercedes-Benz consegnerà ai propri clienti 100 Vito E-CELL la cui produzione è già stata avviata.

La metà dei veicoli sarà utilizzata a Berlino e Stoccarda, mentre gli altri verranno messi in circolazione all’inizio del prossimo anno nella Regione Basca in Spagna, ovvero nella patria di Vito E-CELL.

MECCANICA E COMPONENTI
Utilizzando come base la piattaforma del Vito a passo lungo e tetto normale, l’ampia distanza tra gli assi pari a 3.200 mm, offre lo spazio necessario per alloggiare le batterie di trazione sotto il pianale. Inoltre, al fine di risparmiare ulteriore spazio a favore delle batterie, diversamente dagli altri modelli della gamma, la trazione è stata trasferita alle ruote anteriori.

La trasmissione della potenza è affidata a un cambio monomarcia espressamente progettato. Fatta eccezione di pochi componenti dell’autotelaio ripresi dal Vito 4x4, questa trazione anteriore è stata progettata ex-novo.

Sotto il cofano, oltre al motore elettrico, sono alloggiati il convertitore di coppia e il caricabatterie. Anche l’impianto elettrico da 12 V è stato appositamente riprogettato. Le moderne batterie agli ioni di litio, resistenti e particolarmente potenti, con elevata densità energetica e tensione nominale di 360 Volt hanno una capacità complessiva di 36 kW/h, di cui 32 disponibili per la marcia: un valore eccellente rispetto ad altri veicoli a trazione elettrica.

Il gruppo batterie del Vito E-CELL è composto da 16 moduli per un totale di 192 celle. Ognuna di queste celle è controllata da un sistema di gestione. Per prevenire inutili perdite di corrente e rischi di interventi non autorizzati, un sistema di sicurezza disattiva la rete ad alto voltaggio quando non viene utilizzata.

Motore, batterie, convertitore di coppia, caricabatterie e il resto dei componenti elettrici del gruppo motopropulsore sono raffreddati ad acqua visto che il motore elettrico raggiunge il suo massimo grado di rendimento a circa 30°C.

RICARICA BATTERIE
La presa di ricarica del Vito E-CELL viene collegata alla stazione di rifornimento da 380/400 Volt per mezzo di un cavo di alimentazione standard a sette poli. I caricabatterie incorporati erogano 6,1 kW.

A seconda delle condizioni dell’accumulatore, il processo può durare al massimo 6 ore con la batteria completamente scarica. Se necessario, il Vito E-CELL può essere ricaricato, attraverso un cavo di alimentazione supplementare con spina tipo Shuko a una rete da 230 V, in tal caso il tempo di ricarica raddoppia.

Il Vito E-CELL, inoltre, è equipaggiato di serie con una Smart Charge Communication Unit (SCCU), che consente di gestire il processo di ricarica sfruttando, ad esempio, le ore notturne, quando le aziende energetiche mettono a disposizione elettricità verde.

Tramite il volante multifunzione e il quadro strumenti, i caricabatterie possono essere impostati dal guidatore, non solo su orari in cui è disponibile la corrente ecocompatibile, ma anche quando si può usufruire delle tariffe più convenienti. Questa impostazione è effettuabile, a livello centralizzato, anche dal PC del gestore di flotta. La SCCU consente, inoltre, il caricamento parallelo di diversi veicoli di una stessa azienda senza sovraccaricare la rete elettrica.


PRESTAZIONI e COMPORTAMENTO
Esteriormente, Vito E-CELL è identico agli altri modelli della serie tranne alcuni elementi decorativi. Con la sua autonomia di circa 130 km, il Vito E-CELL è in grado di percorrere 50/80 km al giorno disponendo ancora di una generosa riserva. Con un PTT di 3.050 kg, Vito E-CELL offre un carico utile straordinariamente elevato di circa 900 kg, che, consente di mantenere le caratteristiche e doti di carico dei fratelli a motore endotermico.

Il propulsore elettrico, con una potenza continua di 60 kW, una potenza massima di 70 kW e una coppia massima di 280 Nm, regala a questo furgone prestazioni dinamiche equivalenti a quelle dei moderni motori Diesel.

La velocità massima, limitata a 80 km/h per favorire la massima autonomia delle batterie, permette al veicolo di percorrere tranquillamente anche brevi tratti extraurbani.
Vito E-CELL vanta gli stessi livelli di sicurezza di tutta la gamma e dispone dell’Electronic Stability Program (ESP) completo di tutte le funzioni, come pure di airbag singolo sul lato guida e doppio sul lato passeggero.

In caso di incidente, le batterie sono protette da una struttura a deformazione programmata, mentre nell’eventualità di attivazione della centralina degli airbag, la rete ad alto voltaggio viene automaticamente scollegata.

Al volante del Vito elettrico la sensazione è quella essere su un veicolo già pronto per la grande serie. Plancia, sedili, accessori, componenti non hanno nulla da invidiare ai modelli a motore endotermico. Anche le prestazioni sono di assoluto livello, se si esclude il limite per la velocità massima, spunto, accelerazione, coppia motrice e comfort di marcia sono quasi superiori a quelli della motorizzazione Diesel anche a pieno carico.

L’unica differenza apprezzabile rispetto al Diesel risiede nell’avantreno che eredita tutte le caratteristiche della trazione anteriore quindi un po’ di pesantezza nello sterzo (dovuta anche al servocomando elettrico e non idraulico) e un raggio di sterzata inferiore alla trazione posteriore, ma per chi non è troppo abituato a guidare un Vito classico, sono differenze assolutamente irrilevanti

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino