OmniAuto.it
Altri test
Vedi tutti
facebook Invia ad un amico

Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto

Comodo, versatile e sicuro. Una furgonetta tuttofare che sa anche come risparmiare gasolio

Recensione
Versatile comodo e funzionale. Con il Caddy, Volkswagen offre un furgoncino veramente trasversale, capace di soddisfare una vasta gamma di clientela anche attraverso un’ampia possibilità di allestimenti e configurazioni. Per Omnifurgone.it abbiamo scelto di testare quella che a noi sembra la versione più trasversale di tutte: 1.6 TDI con cambio automatizzato a 7 rapporti DSG e sistema radio-navigatore.
design & interni
Design & Interni

La nuova versione del Caddy è caratterizzata da un cofano maggiormente allungato e della calandra che riprende il family feeling di tutte le nuove Volkswagen. Nella nostra versione i paraurti in plastica nera integrano i fendinebbia che funzionano anche da luci di svolta. Gli interni sono comodi e spaziosi, a livello di una vettura di classe media, come potrebbe essere una Polo, tanto per rimanere in famiglia. Tutti i comandi sono sistemati razionalmente: porta bicchieri nel tunnel centrale, portabottiglie, sulle portiere, un comodo cassettino in plancia e la guantiera, aperta, permettono di trovare il giusto spazio a tutto quello che vogliamo portare in cabina. A questo dobbiamo aggiungere due vani ricavati dietro e sotto i sedili, non di facilissimo accesso, ma sufficientemente spaziosi e soprattutto “discreti”, e un piccolo cassettino sotto il sedile passeggero. Funzionalissimo e di grande aiuto alla guida, il sistema di navigazione che integra anche la radio le cui indicazioni sono rimandate al display al centro del cruscotto che si distingue per chiarezza di lettura e razionalità.

  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 1
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 2
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 3
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 4
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 5
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 6
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 7
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 8
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 9
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 10
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 11
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 12
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 13
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 14
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 15
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - design-interni - 16

Zona carico
Zona carico

Diciamo subito che dal Caddy non si aspettano cifre da grande Van, tuttavia con i sui 3,2 metri cubi di volume e 741 kg di portata si difende egregiamente nel panorama delle furgonette. Il plus sta certamente nella discreta altezza del vano di carico che, al suo minimo, arriva a 1.230 mm consentendo una certa comodità nell’operare all’interno. La volumetria è abbastanza regolare e la larghezza tra i passaruota (1170 mm) consente comunque di caricare un europallett. La versione provata è dotata di anelli per l’assicurazione del carico e di pavimento Robust Runner, un optional di gomma dura antigraffio e antiscivolo. L’accesso è garantito da una porta asimmetrica a doppio battente posteriore e da un portellone scorrevole sul lato destro, le dimensioni dell’apertura consentono di operare con tutta comodità nel carico e nello scarico, minimo anche il restringimento della luce di accesso limitato alla parte superire del portellone laterale e causato dalla rientranza nella paratia creata per ospitare il sedile passeggero: intelligentemente meno pronunciata a destra che a sinistra. Il portellone basculante è disponibile, in alternativa, senza maggiorazioni di prezzo, mentre la doppia porta laterale costa circa 400 euro in più.

  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 1
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 2
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 3
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 4
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 5
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 6
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 7
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 8
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 9
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - zona-carico - 10

Alla guida
Alla guida

Come crediamo giusto, vogliamo innanzitutto parlare dell’ottima possibilità di regolazione della posizione guida, che contribuisce sicuramente alla sicurezza alla comodità di marcia. I puristi della cambiata, poi storceranno il naso, ma l’automatizzato DSG a doppia frizione a noi è piaciuto tanto. Tutto il comfort di un automatico unito alle prestazioni di un manuale. Sembra quasi che legga nel pensiero visto che cambiate esattamente nel momento in cui vorremmo lo facesse, e senza neanche farsi accorgere, visto che la doppia frizione elimina completamente il piccoli rimbalzi delle cambiate. Non si sente quasi mai la necessità di prendere in mano la situazione (commutando in sequenziale) nemmeno a pieno carico, ma se prioprio volessimo tirare c’è l’opzione S, che lascia un po’ di più girare il motore, ritardando la cambiata e anticipando la scalata. Il Caddy l’abbiamo testato a 360° gradi, carico e scarico, in città e in autostrada nello stretto e in velocità: sempre all’altezza. L’unico appunto che gli dobbiamo fare è un po’ di morbidezza sul retrotreno, nonostante la balestra (a foglia singola) che aumenta un po’ il comfort, ma penalizza il pieno carico.

  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 1
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 2
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 3
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 4
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 5
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 6
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 7
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 8
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 9
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 10
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - alla-guida - 11

Tecnica & Sicurezza
Tecnica & Sicurezza

Partiamo del motore, questo quattro cilindri da 1.598 cc è un common-rail di ultimissima generazione capace di 102 cv a 4.400 giri e in grado di strappare 250 Nm di coppia massima tra i 1.500 e i 2.500 giri. Il resto ce lo mette il cambio DSG che non perde un colpo nel garantire sempre il giusto regime di marcia con un occhio ai consumi che, nel misto, vengono dichiarati a 5,7 l/100 km. Dal punto di vista strettamente professionale, abbiamo detto che, mentre l’avantreno risulta preciso e puntuale, il posteriore lo avremmo preferito un po’ più rigido: forse una balestra è poco. La sicurezza è di stampo teutonico: di serie, ovviamente, ABS, con ESP e ASR, in opzione, i fendinebbia che integrano le luci di svolta e sensori di parcheggio che sono sempre utili, così come gli airbag laterali e testa per conducente e passeggero. Non nascondiamo che ci siamo un po’ divertiti a metterlo in difficoltà specialmente nello stretto cittadino simulando qualche manovra di emergenza. L’ESP si è attivato molto raramente dimostrando una tenuta e un sicurezza di base ad alto livello. Anche in questo caso la sospensione posteriore causa un po’ di rollio e lo pneumatico a basso rotolamento in dotazione lamenta la spalla un po’ troppo cedevole, ma sono dettagli.

  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 1
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 2
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 3
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 4
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 5
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 6
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 7
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 8
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 9
  • Volkswagen Caddy 1.6 TDI DSG, quasi perfetto - tecnica-sicurezza - 10

Prezzo e Allestimenti
Prezzo e Allestimenti

La gamma del caddy è abbastanza articolata. Innanzitutto sono due i passi disponibili che identificano le versioni Caddy Van, Caddy Maxi, Van Kombi e Maxi Combi, nelle declinazioni: Base, Trend Line e Comfortline. Queste si combinano con i due motori a benzina: 1,2 litri TSI (86 e 105 CV), 2,0 litri Ecofuel benzina /metano (109 CV) e con le due motorizzazioni Diesel: 1,6 litri ( 75 e 105 CV) e 2,0 litri da 140 CV. La versione 102 CV è disponibile con il cambio DSG a 7 rapporti mentre la 140 CV con il DSG a 6. Per chi volesse ancora di più a listino troviamo anche il Caddy 4MOTION, a trazione integrale e 110CV. La versione provata 1.6 TDI DSG a 7 rapporti parte da un prezzo base di 16.901 euro + IVA, a cui si devono aggiungere i 2.042 euro di optional in dotazione tra cui: gli airbag frontali, laterali e testa per passeggero e conducente, i fendinebbia con luci statiche di svolta e l’impianto di navigazione e radio con display multifunzione sul cruscotto, per un totale di 18.944,38 euro, ovviamente IVA esclusa

1 Commenti

  • 1
    At last, someone comes up with the "right" aswner!

    At last, someone comes up with the "right" aswner!

    Postato da: Justice07 luglio 2011 alle 08:36

Commenti
Nome
E-mail (*)
Titolo Commento
Sito web
Commenti