OmniAuto.it
Fiat, intervista esclusiva a Sistino - Galleria Attualità e Mercato
Fiat, intervista esclusiva a Sistino - Galleria Attualità e Mercato- Thumb 1 Fiat, intervista esclusiva a Sistino - Galleria Attualità e Mercato- Thumb 2 Fiat, intervista esclusiva a Sistino - Galleria Attualità e Mercato- Thumb 3 Fiat, intervista esclusiva a Sistino - Galleria Attualità e Mercato- Thumb 4 Fiat, intervista esclusiva a Sistino - Galleria Attualità e Mercato- Thumb 5 Fiat, intervista esclusiva a Sistino - Galleria Attualità e Mercato- Thumb 6

16 maggio 2011
di Francesco Stazi
tag: Attualità e Mercato, Fiat Professional

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Fiat, intervista esclusiva a Sistino

Nella storia dei veicoli professionali torinesi, cliente e innovazione sempre in primo piano

A margine della presentazione del Nuovo Ducato, abbiamo incontrato l’amministratore delegato di Fiat Professional, Lorenzo Sistino. Un chiacchierata, in esclusiva per Omnifurgone.it, che disegna passato presente e soprattutto il futuro dei veicoli commerciali del marchio Torinese

Trent’anni di Ducato. Come è cambiato questo veicolo e quale è stato il suo contributo al trasporto commerciale leggero?
Ducato e Fiat nel 1981 sono stati i primi a lanciare la trazione anteriore, la scocca autportante, si può dire che, allora, siamo stati dei pionieri. Poi abbiamo sempre cercato di essere i primi a presentare le principali novità tecnologiche come il motore common-rail, nel 1994 o il cambio in plancia, siamo stati anche i primi a offrire nel segmento le furgonature da 17 metri cubi su una trazione anteriore e, oggi, presentiamo il motore più potente tra i quattro cilindri nella sua categoria, con 180 cavalli e, nello stesso tempo, il 2 litri da 115 cavalli, che rappresenta il motore più ecologico con un consumo di 6,4 litri ogni 100 km.

Siamo stati anche i primi a lanciare il metano nel 2004 e poi due anni fa abbiamo lanciato l’ultima generazione di motori a gas naturale di 3 l di cilindrata e 156 cavalli di potenza. Direi che abbiamo, in questi anni cercato di seguire le esigenze della nostra clientela. Tanto per rimanere in tema con il Nuovo Ducato offriamo addirittura la plancia personalizzata, una cosa che nei commerciali siamo i primi ad avere. Così come è una novità l’Eco:drive. Un sistema di gestione flotte che non implica l’acquisto di nessun tipo di pacchetto o di softtware. visto che funziona solo attraverso il sistema Blue&me e una normalissima penna USB; basta scaricarsi gratuitamente il sistema da Internet; ne abbiamo creato uno appositamente per i veicoli commerciali. Parlando di cose più divertenti, chi si compra il Nuovo Ducato, per esempio, può ascoltare il suo IPod.


Quante possibilità ci sono di vedere il Nuovo Ducato negli USA?
Con i colleghi della Chysler stiamo cercando di capire qual è il modo migliore per aggredire il mercato statunitense. D’altronde loro avevano già una collaborazione con Dailmer quando commercializzavano la Sprinter sotto marchio Dodge, quindi la tipologia di veicolo potrebbe interessare quel tipo di clientela. Ovvio che la Piazza Usa è molto diversa da quella europea e quindi dovremo fare delle valuazioni approfondite, ma i margini ci sono.

Fiat Profesisonal che va incontro alle richieste del Cliente. Quali sono, secondo voi, le esigenze di un acquirente di un veicolo commerciale come il Ducato?
Diciamo che per un trasporto non specializzato il cliente ricerca soprattutto: il comfort, i consumi ridotti e la capacità di carico. La ricerca di un veicolo adatto alla mission la troviamo, secondo la nostra esperienza, nei clienti più specializzati come, ad esempio, in un corriere espresso che deve fare tanti km e portare parecchio peso e che sceglierà un motore più potente, oppure in chi ha bisogno di un allestimento particolare, frigo, cassone piuttosto che furgonatura molto alta, o in chi può trovare interessante un veicolo con il Traction+ perché percorre dei tratti non asfaltati.

La rete dei concessionari come gestisce le richieste dei clienti, o meglio, cosa si possono attendere i clienti da un concessionario Fiat Professional?
Ogni anno noi dedichiamo quattro giornate di formazione per la nostra rete; per illustrare nei dettagli quali sono le caratteristiche e le varianti del nuovo prodotto e come consigliare al meglio il cliente sul modello giusto, ma soprattutto quale modalità d’acquisto scegliere. Dal punto di vista della vendita il nostro obiettivo è quello di trasformare i venditori in consulenti.

Rimanendo nel discorso mercato. Qual è il suo stato di salute?
In Europa il mercato dei commerciali si sta riprendendo facendo segnare già un +11% nel primo trimestre. In Italia ancora no, le nostre cifre parlano di un -6%. Nel primo trimestre, è vero, siamo in calo, ma il trend è in crescita quindi la nostra speranza, che è anche frutto di una proiezione, è quella di riuscire a chiudere l’anno con un segno positivo.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Fiat Professional