OmniAuto.it
Renault Trucks aderisce a Freilot - Eco e ambiente

3 maggio 2011
di Francesco Stazi
tag: Eco e ambiente, Renault Trucks

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Renault Trucks aderisce a Freilot

La Casa france partecipa al progetto europeo che studia un trasporto urbano più sostenibile

Renault Trucks, è oggi impegnato nel progetto europeo FREILOT, il cui obiettivo è di dimostrare che l’integrazione di tecnologie nei veicoli da trasporto può migliorare l’efficacia delle consegne di merci nelle città e in periferia, limitando gli spazi d’ingombro e migliorando così la sicurezza. Riducendo, allo stesso tempo, le sue nocività, partendo dal presupposto che l’ultimo miglio può essere percorso solo dalla gomma. Renault Trucks, grazie a FREILOT, prosegue nello sviluppo delle soluzioni di trasporto legate alla logistica urbana, avviate con l’appoggio del polo LUTB, nella linea dei progetti FIDEUS (veicolo urbano) e VIF2 (veicolo collegato alle infrastrutture).

Il progetto FREILOT (Urban Freight Energy Efficiency PILOT), che durerà tre anni, riunisce 21 partner, pubblici e privati, e s’avvale di una flotta sperimentale composta da 140 veicoli in quattro città europee: Bilbao (Spagna) Cracovia (Polonia) Helmaud (Olanda) e Lione (Francia). E si articola attorno a tre aspetti chiave che giocano un ruolo determinante nella distribuzione urbana e sui quali ciascuno dei partner apporta la propria esperienza e propone le proprie soluzioni.

STRUMENTI PER L'AUTISTA
Il progetto FREILOT, coinvolge dei mezzi equipaggiati con strumenti tecnici che consentono di ridurre il consumo. Si tratta, per esempio, di un limitatore di velocità e di accelerazione che controlla automaticamente la velocità e l’accelerazione massimale del mezzo nelle zone predefinite. L’autista dispone, inoltre, di un supporto per la guida economica: una centralina, posizionata sul cruscotto, gli offrirà informazioni e consigli per consumare meno in tempo reale.

AMBIENTI INTERATTIVI
Quattro città europee, dal lato infrastrutturale, sono diventate partner del progetto: Bilbao (Spagna), Cracovia (Polonia), Helmond (Olanda) e Lione (Francia). Le tre ultime città si sono impegnate a
disporre, su determinati assi stradali con forte circolazione di mezzi da trasporto, un sistema semaforico di circolazione per ridurre il numero di fermate dei veicoli. Il fatto di evitare un’accelerazione in occasione di una ripartenza riduce fortemente il consumo così come le emissioni nocive.

AREE DI CONSEGNA GESTITE ELETTRONICAMENTE
Il progetto prevede anche, a Lione e a Bilbao, l’attivazione di un sistema di gestione elettronica delle aree di consegna. Un veicolo per poter consegnare il suo carico, dovrà disporre innanzitutto di uno spazio riservato. La prenotazione di questo spazio può essere effettuata in anticipo e diventare quindi parte integrante della pianificazione delle consegne.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino