OmniAuto.it
FAAM Smile, l'elettrico super cittadino - Galleria Eco e ambiente
Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 1 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 2 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 3 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 4 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 5 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 6 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 7 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 8 Smile Faam, la mini scossa - Galleria Eco e ambiente- Thumb 9

21 aprile 2011
di Francesco Stazi
tag: Eco e ambiente, Mini

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Smile Faam, la mini scossa

Un furgoncino elettrico per piccole consegne a impatto zero. Un'alternativa tutta italiana

La trazione elettrica cittadina ha un nuovo piccolo protagonista nello Smile Faam un quadriciclo elettrico con una massa complessiva di 11 quintali. La commercializzazione dello Smile è affidata a un accordo stipulato tra Fattori & Montani e Faam, azienda produttrice di accumulatori e veicoli ecologici che assembla il piccolo furgoncino.

Lo Smile è un veicolo compatto con una portata modesta (350 kg), ma che può essere impiegato in tutte quelle situazioni precluse ai veicoli a trazione termica o, comunque, in cui vi sia necessità di emissioni zero in fase di utilizzo. Pensiamo a parchi, grandi ville o centri storici chiusi al traffico oppure isole pedonali.

La trazione dello Smile è affidata a un motore elettrico asincrono trifase a corrente alternata con una potenza massima di 9 kW e nominale di 4kW. L’alimentazione è assicurata da un pacco di sei batterie al piombo gel (a scelta anche al piombo ad acido libero) da 12 V ciascuna per un totale di 72 V sistemate in un contenitore unico scarrabile per la sostituzione rapida, che si ricaricano con la 220 V in circa 6/8 ore.

L ’autonomia è di circa 65 km mentre la velocità massima è regolata sui 45 km/h; la pendenza massima superabile a pieno carico è del 20%. Non si tratta, ovviamente, di un veicolo che può competere con i più rifiniti e tecnologici Kangoo Z.E. o Vito E-CELL, tuttavia, anche per il prezzo abbordabile (14.250,00 euro) lo Smile può rappresentare una interessante, e pulita, alternativa nel trasporto di piccole merci.

La guida è piacevole e intuitiva e, dopo un brevissimo periodo di abitudine, si riescono a sfruttare tutte le potenzialità del furgoncino. Lo spunto è interessante così come il raggio di sterzata, la velocità di punta non è esaltante così come la potenza in salita. Maggiori prestazioni si potranno ottenere dalla versione con batterie al Litio che però avrà anche un costo superiore ( circa 21.400 euro). Presente a bordo anche un cicalino di avvertimento quando si percorrono le isole pedonali visto che il motore elettrico non fa rumore.

Una piccola attenzione si deve fare in frenata visto che il pedale è abbastanza duro. La buona carrozzabilità permette un certa versatilità di impiego sia come furgonato sia come piccolo cassonato, sempre rispettando i limiti di portata. Ripetiamo non si tratta della soluzione universale all’inquinamento da autoveicolo o ai problemi del trasporto merci, nelle grandi città come Roma lo Smile si smarrisce un po’, ma per alcune mission e in alcune situazioni, il piccolo elettrico della Faam può certamente dire la sua.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Mini