OmniAuto.it
Ambulanza  con telaio  amc Al-Ko - Galleria Accessori e allestimenti
Al-Ko, ambulanza oversize - Galleria Accessori e allestimenti- Thumb 1 Al-Ko, ambulanza oversize - Galleria Accessori e allestimenti- Thumb 2

4 aprile 2011
di Francesco Stazi
tag: Accessori e allestimenti, Fiat Professional

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Al-Ko, ambulanza oversize

Un allestimento da soccorso molto particolare per pazienti affetti da obesità

Operare in condizioni difficili come un intervento di soccorso è complesso e lo diventa ancora di più se ci si trova a dover intervenire su pazienti in particolari stati fisici come quelli, ad esempio, affetti da obesità. Non sempre le strutture dei veicoli commerciali trasformati in mezzi di soccorso sono adatti a intervenire in queste condizioni.

Un esempio arriva dalla Germania e in particolare da Bocholt, nella regione della Westfalia, dove i Vigili del Fuoco si trovano ad assistere un bacino centomila abitanti e si trovano spesso a fronteggiare problematiche relative al trasporto di persone con obesità importanti. Per questo hanno attrezzato dei veicoli specifici tali da poter venire incontro a esigenze di carico maggiore rispetto all’uso normale. Si tratta di un’ambulanza (derivata da Fiat Ducato) e di altri tre mezzi di soccorso in grado di sostenere pesi supplementari fino a quattrocento chilogrammi, di portare a bordo strumentazioni mediche di dimensioni maggiorate e di ospitare all’interno un letto d’ospedale.

AL-KO, in stretta collaborazione con Dülmer (costruttore di veicoli speciali) ha fornito il telaio amc e il know how per realizzare questo mezzo particolare. Lo “chassis amc” è impiegato in tutto il mondo per l’allestimento di mezzi per il soccorso medico, poiché grazie agli ammortizzatori a doppio effetto e all’assale longitudinale dotato di barra di torsione è in grado di offrire un assetto di guida stabile e sottopone i passeggeri a minime oscillazioni, a beneficio anche del personale medico che spesso si trova a dover operare durante la marcia. Agevolato è anche l’accesso alla cellula, grazie all'assetto ribassato.

Inoltre, il collegamento a flangia avvitata dà la possibilità di sostituire la sola cabina- motore quando il propulsore del veicolo è troppo usurato, mantenendo inalterato l’allestimento speciale della zona posteriore. Il telaio ribassato, infine, adotta dei fori di alleggerimento nei longheroni in grado di ridurre notevolmente il peso complessivo dello chassis e aumentare il carico utile del veicolo.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Fiat Professional