OmniAuto.it
Commerciale elettrico e solidale - Curiosità

9 novembre 2016
di E.M.
tag: Curiosità

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Commerciale elettrico e solidale

Il prototipo aCar è stato sviluppato tra la Germania, Kenia, Tanzania, Nigeria, Ghana e Kenia

È stato progettato e sviluppato tra Germania e Africa per assicurare trasporti a zero emissioni a ogni latitudine. L'innovativo e leggerissimo veicolo commerciale (800 chilogrammi a vuoto) nasce (o dovrebbe nascere) con la promessa di garantire la mobilità anche in Paesi in via di sviluppo, dove le infrastrutture di ricarica sono ancora più carenti.


PREZZO FINO A 10 MILA EURO
L'obiettivo è quello di mantenere il prezzo sotto i 10mila euro. Un impegno non da poco, anche se le prestazioni sono naturalmente proporzionali al listino. Ad esempio, un'autonomia fino a 80 chilometri, che in alcune realtà costituiscono comunque già una grande distanza. Lo spartano lcv si chiama "aCar" ed è nato tra Monaco di Baviera, dove la TUM, l'università tecnica del capoluogo bavarese ha ottenuto il premio per la mobilità elettrica per questo progetto, Tanzania, Nigeria, Ghana e Kenia.


3,7 METRI DI LUNGHEZZA
Il commerciale misura 3,7 metri di lunghezza, 2,1 di altezza ed appena 1,5 di larghezza ed è "componibile", cioè può venire realizzato con diversi moduli a seconda delle esigenze sia per il trasporto delle merci sia per quello delle persone. Gli ideatori, dovrebbero essere in grado di esibire un'evoluzione del primo prototipo all'IAA di Francoforte nell'autunno del 2017.


PRODUZIONE DECENTRATA
La capacità di carico viene dichiarata di una tonnellata, mentre la velocità massima non dovrebbe superare i 50 orari. La batteria è da 20 kW. Tra le soluzioni immaginate della Tum c'è anche la possibilità di equipaggiare l'aCar con un sistema fotovoltaico per trasformare il calore del sole in energia. Sono in corso lo studio ed i test sui materiali: l'idea è quella di fare in modo che la produzione possa avvenire localmente.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino