OmniAuto.it
Iveco piace in Germania - Attualità e Mercato

5 ottobre 2016
di Francesco Stazi
tag: Attualità e Mercato, Iveco

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Iveco piace in Germania

Il Brand Torinese è il primo importatore a gamma completa, dai furgoni ai bus, nel mercato tedesco

L’Italia piace alla Germania almeno per quanto riguarda il settore dei veicoli professionali se Fiat professonal è di fatto il primo Brand straniero nella classifica di vendite con Ducato, Iveco si conferma tra i leader nei veicoli al di sopra delle 3,5 tonnellate e, con oltre il 22% di crescita negli ultimi due anni, il Marchio è il primo importatore a gamma completa di autobus e camion. Daily e Iveco Bus, dunque, sono i trascinatori di questi risultati dal punto di vista dei veicoli mentre la tecnologia HI-SCR ha contribuito all’apprezzamento da parte dei clienti tedeschi. In generale, comunque, è stato il completo rinnovamento della gamma in chiave Euro VI a dare nuovo slancio l’affermazione del marchio anche fuori dai confini dello Stivale.


SODDISFAZIONE DI LAHUTTE
Pierre Lahutte
, Iveco Presidente Brand, ha commentato durante la conferenza stampa al recente Salone di Hannover: "rispetto al precendente IAA 2014, Iveco è cresciuto a un ritmo molto rapido in Germania, passando da meno di 14mila a oltre 17mila immatricolazioni all'anno, con un incremento del + 22,5% delle immatricolazioni negli ultimi due anni. Uno dei migliori esempi di successo in Germania viene da Iveco Bus: in soli quattro anni, Iveco autobus ha raddoppiato la sua quota di mercato, passando dal 5,7% nel 2012-10,6% nel 2016 (1° semestre), e si colloca ora al terzo posto nel mercato tedesco degli autobus"


TECNOLOGIE ALL'AVANGUARDIA PER IL RISPARMIO
La tecnologia HI-SCR di Iveco è, come detto, un elemento chiave del successo del Marchio visto che permette di raggiungere i severi standard Euro VI senza rigenerazione attiva del filtro EGR con i risultati di combustione ottimizzata per una maggiore efficienza e minor consumo di carburante. L'impianto SCR fornisce un rapporto di conversione di NOx, infatti, fino al 97% e l'assenza di rigenerazione dà vantaggi significativi in ​​termini di intervalli di manutenzione e costi connessi. Il rinnovo della gamma include anche il nuovo Stralis TCO2 che riduce drasticamente sia i cosiddetti “total cost of ownership”  sia  le emissioni di CO2; prestazioni certificate dall’ente TÜV SÜD sul risparmio di carburante: fino al 11,2% e fino a un ulteriore riduzione del 10% attraverso i servizi di assitenza inclusi nel "TCO2 live".

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Iveco