OmniAuto.it
Il velivolo commerciale di Amazon prime Air - Attualità e Mercato

28 luglio 2016
di Francesco Stazi
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Il velivolo commerciale di Amazon prime Air

Parte la sperimentazione reale nelle campagne del Regno Unito del servizio aereo del Colosso dell'e-commerce

Non più camion e furgoni, non più veicoli, ma velivoli commerciali: il trasporto merci potrebbe essere presto rivoluzionato con il servizio di Amazon Prime Air. Dopo spot, anche di personaggi famosi, si è arrivati forse alla sperimentazione reale. È caduto, infatti, l’ultimo taboo dato dalla legislazione che regola il traffico aereo in UK. Jeff Bezos, patron di Amzon ha stipulato un accordo con la CAA UK, l'ente per l'aviazione civile britannico: Amazon è stata autorizzata, quindi, a effettuare dei test nelle aeree rurali e suburbane del Regno Unito, con dei droni capaci di trasportare pacchi leggeri.


DEROGHE PER LA GUIDA AUTONOMA
Sempre secondo fonti inglesi l’accordo fra Amazon e l’Ente dell’Aviazione Civile garantisce una serie di concessioni per i test che avverranno nelle campagne intorno a Cambidge. Si tratta, infatti, di deroghe alle normali autorizzazioni concesse ai droni che, comunque, sono pilotati in remoto da un "umano"; in caso del servizio Prime Air, invece, si tratterebbe si una guida aerea del tutto autonoma e di velivoli in grado di evitare ostacoli aerei.


UN NUOVO DRONE
Lo scorso anno Amazon aveva presentato il suo nuovo modello di drone con uno spot condotto dall’appena "fuoriuscito" da Top Gear, Jeremy Clarkson. Il nuovo drone portapacchi è accreditato da una portata fino a 5 libbre, l’equivalente di circa di 2,3 chilogrammi, e una autonomia reale di circa 10 miglia (circa 16 km) a 400 piedi di altezza (poco più di 1.200 metri).

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino