OmniAuto.it
Show Truck Audi - Galleria Curiosità
Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 1 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 2 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 3 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 4 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 5 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 6 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 7 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 8 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 9 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 10 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 11 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 12 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 13 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 14 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 15 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 16 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 17 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 18 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 19 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 20 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 21 Due camion a marchio Audi - Galleria Curiosità- Thumb 22

11 luglio 2016
di E.M.
tag: Curiosità, Audi

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Due camion a marchio Audi

Una coppia di designer ha messo in rete, su Behance, gli showtruck elettrici. Ingolstadt, non c'entra, ma è lecito sognare

I primi due veicoli industriali di Audi non sono stati messi in vetrina in un salone, ma sono stati esibiti su Behance, il portale dei creativi. E, per essere proprio precisi, gli showtruck esibiscono il marchio dei Quattro Anelli, ma nessuno degli ingegneri di Ingolstadt ha realmente lavorato a un simile progetto, come ha confermato a ingenieur.de uno dei responsabili della comunicazione del brand, Michael Crusius.


NON SVILUPPIAMO VEICOLI INDUSTRIALI
"In Audi ci sviluppiamo auto a guida autonoma, ma decisamente nessun camion", ha precisato Crusis. È evidente che la suggestione di un brand come quello dei Quattro Anelli offre potenzialmente una maggiore visibilità e i due designer, Artem Smirnov e Vladimir Panchenko, avevano già giocato allo stesso modo con altri marchi importanti, da Aston Martin fino a Lamborghini.


AERODINAMICA SPINTA
I due truck immaginati da Smirnov e Panchenko sono naturalmente elettrici ed esibiscono forme e soluzioni innovative, oltre che estremamente aerodinamiche. Gli esempi riguardano una versione "possibile", cioè che potrebbe anche venire messa su strada, ed un'altra che è soprattutto un esercizio di stile. Con dettagli come catena cinematica, autonomia o capacità di carico i due designer non si sono naturalmente cimentati. Uno viene presentato come un protitopo per la guida autonoma e un altro per la trazione esclusivamente elettrica, con i motori piazzati nei mozzi delle ruote. 


TRATTORI A TRE ASSI
Entrambe sono basate su un trattore a tre assi. Le batterie, che si intuiscono generose, sono piazzate tra gli assi per ottimizzare gli spazi. L'aerodinamica è estrema, anche per quanto riguarda il semirimorchio. In un caso è stato ricavato anche uno spazio per due autisti, che anziché poter contare su una cabina vera e propria, hanno a disposizione più che altro un posto che ricorda quello dei piloti di aerei militari. I due designer hanno prestato attenzione anche a dettagli come i cerchi in lega, gli pneumatici tassellati (che non sembrano il massimo in termini di efficienza...) e i freni a disco Brembo.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Audi