OmniAuto.it
Germania, a pedaggio anche le strade federali - Attualità e Mercato

30 maggio 2016
di E.M.
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Germania, a pedaggio anche le strade federali

Il Paese vara un disegno di legge per far pagare i veicoli industriali e commerciali anche su arterie finora escluse

Alla cassa, prego. Il governo tedesco ha approvato un disegno di legge con il quale verrà ulteriormente estesa la rete stradale con obbligo di pedaggio per i veicoli industriali e commerciali, autobus inclusi. L'obiettivo del ministro dei trasporti Alexander Dobrindt è quello di incamerare risorse per la manutenzione delle infrastrutture e il loro ammodernamento.

NUOVI 40.000 CHILOMETRI A PAGAMENTO
Se il Bundestag approverà il dispositivo, dal 2018 i veicoli professionali dalle 7,5 tonnellate non potranno più viaggiare gratis sulle strade federali. Si tratta di una rete di circa 40mila chilometri. Finora il pedaggio doveva venire pagato su 13mila chilometri di autostrade e altri circa 2.300 di superstrade. Per risparmiare sui costi, secondo le autorità autisti e aziende preferivano in alcuni casi le strade federali con ripercussioni negative su traffico e inquinamento, tanto che i Verdi (all'opposizione al Bundestag) hanno accolto favore il progetto.

GETTITO STIMATO IN 2 MILIARDI
Il ministro si attende un gettito attorno ai 2 miliardi di euro l'anno grazie ad almeno 130mila veicoli in più chiamati a riconoscere il pedaggio, la cui riscossione verrà verosimilmente affidata a Toll Collect, società partecipata da Daimler attraverso la propria finanziaria. Dallo scorso anno, Dobrindt aveva esteso la rete a pagamento e, soprattutto, aveva aumentato la platea dei veicoli tenuti a pagare, portando a 7,5 tonnellate di massa totale a terra la soglia di esenzione (prima era di 12).

GOVERNO PIANIFICA UN ALTRO "GIRO DI VITE"
Le piccole imprese non hanno nascosto la loro preoccupazione per il giro di vite, facendo sapere che il comparto "sentirà" il colpo, ma anche che il balzello verrà in qualche modo scaricato sulla collettività. Ma il governo tedesco vorrebbe ampliare ulteriormente la platea dei paganti, escludendo solamente i veicoli fino a 3,5 tonnellate. Questo passaggio potrebbe essere il più complesso perché sono in corso valutazioni sulla legittimità costituzionale e lo stesso sistema imprenditoriale potrebbe dare battaglia.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino