OmniAuto.it
Renschler, i veicoli commerciali rendono - Approfondimenti

5 maggio 2016
di E.M.
tag: Approfondimenti, Volkswagen

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Renschler, i veicoli commerciali rendono

Con l'ufficializzazione del bilancio sono stati resi noti i compensi dei manager Volkswagen: il numero uno dei profesisonali arriva a quasi 15 milioni

I veicoli professionali rendono. Di sicuro per Andreas Renschler, il manager del comparto più pagato. Il numero uno della Holding di Volkswagen Group che si occupa di veicoli industriali, commerciali e bus (Volkswagen Nutzfharzeuge) e che ha ufficialmente preso servizio nel febbraio di un anno fa, ha percepito per il 2015 14,91 milioni di euro (15,57 secondo altri calcoli). L'ex manager di Daimler (prima di andarsene era responsabile della produzione) era stato fortemente voluto da Ferdinand Piech.

NEL 2015 HA PERCEPITO PIÙ DI ZETSCHE
La somma non è troppo distante dai quasi 16 milioni che costituivano la "paga" di Martin Winterkorn, il CEO del gruppo costretto a dare le dimissioni lo scorso settembre dopo il dieselgate. Ma, soprattutto, è di molto superiore a quello che ha guadagnato nel 2015 Dieter Zetsche, che guida Daimler, ed ex capo di Renschler. Zetsche, al quale è stato da poco prolungato il contratto fino al 2019, è arrivato a 9,7 milioni, il 16% in più rispetto al 2014.

NESSUNO COME LUI AL DAX 30
Il vertiginoso compenso di Renschler – il più alto per il 2015 di tutti i manager delle società quotate al DAX 30 di Francoforte (l'indice delle trenta società a maggior capitalizzazione) – è oltre tre volte quello di Matthias Müller, CEO di Volkswagen Group dallo scorso settembre, e praticamente doppio rispetto a quello di Herbert Diess, l'ex manager BMW chiamato a dirigere il marchio VW.

11,5 MILIONI DI COMPENSAZIONE
Già per l'anno in corso, la paga di Renschler dovrebbe tornare a livelli "terrestri". Lo spaziale stipendio del 2015 include l'elevatissima quota di compensazione di 11,5 milioni di euro che il colosso di Wolfsburg gli ha riconosciuto per i mancati introiti dovuti all'addio alla casa di Stoccarda (per Diess vale lo stesso discorso, solo che la cifra è di 5 milioni). Al netto di questa somma, gli emolumenti fissi di Renschler si aggirano attorno ai 112.000 euro al mese, in linea con il resto del management del Gruppo.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino