OmniAuto.it
Iveco spinge sul metano - Attualità e Mercato

29 marzo 2016
di Francesco Stazi
tag: Attualità e Mercato, Iveco

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Iveco spinge sul metano

Saranno quasi 100 gli Stralis a gas naturale liquefatto che andrano a equipaggiare la flotta Smet

L’alimentazione a gas è sempre più un'alternativa nel trasporto merci anche e soprattutto attraverso veicoli pesanti. La configurazione a gas naturale liquefatto (LNG), in particolare assicura autonomie sufficienti alla distribuzione a medio raggio e per questo sta interessando sempre più aziende sia per il conto terzi sia per il conto proprio.

QUASI 100 STRALIS A METANO
Trecentotrenta, è questo il numero degli Stralis oggetto dell’accordo triennale che prevede la fornitura da parte di Iveco di veicoli a basso impatto ambientale costituito per almeno il 25% da veicoli alimentati a LNG a Smet, azienda specializzata nel settore della logistica integrata.
I primi dieci Stralis, modello AT440S33T/P, alimentati a LNG, sono stati presentati durante la cerimonia di consegna che si è svolta presso la Concessionaria ARA di Parma alla presenza di Pierre Lahutte, Iveco Brand President e di Domenico De Rosa, Direttore Commerciale di Smet.

OLTRE 750 KM DI AUTONOMIA
I veicoli consegnati, tutti alimentati a gas naturale liquefatto (LNG), sono equipaggiati con motore Iveco Cursor 8 C-LNG Euro VI da 330 CV e dotati di un serbatoio criogenico LNG da 510 litri e 4 bombole CNG da 70 litri, che permettono un’autonomia complessiva di oltre 750 chilometri, consentendo così il loro impiego anche sulla media e lunga percorrenza. Oltre che i vantaggi in termini d’impatto ambientale l’utilizzo del metano offrei una riduzione della rumorosità in media di 5 dB (A) e del costo di carburante del 10% rispetto al diesel

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Iveco