OmniAuto.it
Ludwigsfelde, inno alla riunificazione - Attualità e Mercato

4 febbraio 2016
di E.M.
tag: Attualità e Mercato, Mercedes-Benz

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Ludwigsfelde, inno alla riunificazione

Mercedes-Benz Vans ha investito 750 milioni di euro in 25 anni nello stabilimento della ex DDR

I veicoli commerciali della riunificazione si fabbricano esattamente da 25 anni a Ludwigsfelde, nel Land del Brandeburgo, ex Germania dell'Est. Lo stabilimento ha celebrato i cinque lustri il primo febbraio del 2016, alla vigilia di un nuovo ciclo di vita, quello che porterà alla produzione della sesta generazione di Mercedes-Benz Sprinter, venduto lo scorso anno in oltre 194mila esemplari (+4%): un record con il quale ha celebrato i vent'anni di presenza sul mercato.

660.000 VEICOLI PRODOTTI FINORA
Il primo febbraio del 1991, appena 4 mesi dopo la riunificazione tedesca, Daimler e Treuhandanstalt, l'agenzia incaricata della privatizzazione delle attività della ex DDR, fondavano la Nutzfahrzeuge Ludwigsfelde GmbH. Da allora, informa il Costruttore di Stoccarda, dalle linee di produzione sono usciti oltre 660mila veicoli commerciali. Già nel corso del 2016, Mercedes-Benz Vans comincerà a investire (50 milioni di euro) sulla conversione del sito in vista dell'assegnazione di Sprinter VI: 150 milioni entro la fine del decennio.

LARGE VAN MADE IN GERMANY
Lo scorso anno a Ludwigsfelde sono stati fabbricati più di 50mila veicoli: "Lo stabilimento gioca un ruolo centrale nella nostra rete di produzione globale ed è anche un esempio di grande successo nella storia della post riunificazione", ha commentato il numero di Mercedes-Benz Vans, Volker Mornhinweg. La Casa con la Stella ricorda di essere l'unico costruttore nel segmento di large van a continuare a produrre in Germania, oltre che a Ludwigsfelde anche a Düsseldorf. Le altre fabbriche si trovano in Argentina, Russia e Cina alle quali si aggiungerà anche uno stabilimento negli Stati Uniti. Nel solo sito del Land del Brandeburgo, Daimler ha investito oltre 750 milioni di euro in cinque lustri garantendo così una seconda vita all'impianto E una nuova occupazione ai lavoratori.

LAVORATORI "FEDELI"
Ludwigsfelde è l'unica fabbrica europea che produce le versioni telaio e con cassone aperto che vengono poi impiegate per altri allestimenti. Lo stabilimento occupa 2mila persone, un quinto delle quali c'era già nel 1991. È il più grande datore di lavoro industriale nella regione di Berlino Brandeburgo e copre una superficie di 540mila metri quadrati, di cui 182mila produttiva. La capacità giornaliera è di 200 esemplari. Dal 1991 in poi, quasi 1.600 persone hanno completato la loro formazione presso lo stabilimento.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino