OmniAuto.it
Nove mesi di crescita per i commerciali in Europa - Attualità e Mercato

27 ottobre 2015
di E.M.
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Nove mesi di crescita per i commerciali in Europa

Continua la ripresa del segmento dei veicoli professionali in Europa. In settembre solo la Svezia in controtendenza (-0,8%)

La ripresa è un..."parto". Con la crescita dei volumi contabilizzati in settembre da ACEA, l'associazione dei costruttori che opera in Europa, salgono a 9 i mesi con vendite in aumento (dicembre 2014 aveva chiuso con una flessione del 15,7%). Nell'Unione Europa le consegne di veicoli commerciali sono lievitate del 14.7% (208.077 unità). Il Regno Unito si è confermato come il primo mercato (quasi 66mila esemplari immatricolati, +19,%), mentre la Spagna, fra i grandi Paesi, è quella che ancora una volta è cresciuta di più (+53,2% con oltre 14mila veicoli consegnati). Solo al Croazia (615 veicoli) ha fatto meglio (+76,7%). L'Italia è rimasta sotto la media: +4,9% (12.550). In controtendenza la sola Svezia: -0,8%

DA GENNAIO 1,5 MILIONI NUOVI
Da inizio anno sono stati targati nell'Unione Europea più di 1,5 milioni veicoli professionali nuovi (fra leggeri, medi, pesanti e bus), che significano un'espansione dei volumi del 12,2%. Il Regno Unito ha scavalcato da tempo la Francia (insieme, i due Paesi valgono il 41% delle immatricolazioni comunitarie) quale primo mercato con 324mila unità (+19,2%) contro 308mila (+1,9%). L'Italia non è lontana dalla media (+10%, 105.456), ma è diventata il quinto mercato perché la Spagna l'ha superata con il suo “rally” da 129mila immatricolazioni (+38,6%).

"RALLY" DA 25 MESI PER GLI LCV
In settembre sono stati consegnati nell'UE 173.515 veicoli commerciali leggeri, cioè il 14% in più rispetto a un anno fa. Il mercato degli LCV si espande ininterrottamente da oltre 2 anni, 25 mesi per la precisione. Con poco più di 12mila mezzi venduti, la Spagna è cresciuta di quasi il 51%. Il Regno Unito incide per il 34% (quasi 59mila unità) sul totale mensile con una aumento che ha sfiorato il 20%. L', ma il segmento è ancora in difficoltà con un aumento di appena il 2% (11.200) e non consola il fatto che in Germania sia stata registrata addirittura una flessione (-0,9%).

COMMERCIALI LEGGERI A +8,5% IN ITALIA
In nove mesi le immatricolazioni degli LCV sono state 1,253 milioni (+11,2%). L'Italia, ormai “solo” quinto mercato del segmento, è ancora sotto quota 100mila unità (92.078), ma il tasso di crescita non è lontano dalla media perché si attesta all'8,5%. Come volumi è preceduta da Regno Unito (+17,4%), Francia (+0,9%), Germania (+2,4%) e Spagna (+37%). Da inizio anno, la crescita percentuale più significativa è stata quella quella dell'Irlanda, +48,6% con oltre 21.600 consegne.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino