OmniAuto.it
Alfredo Altavilla presidente dell’ACEA - Attualità e Mercato

11 gennaio 2011
di Nicola Minimi
tag: Attualità e Mercato, Iveco

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Alfredo Altavilla presidente dell’ACEA

L’attuale CEO di Iveco assume il prestigioso incarico internazionale per il 2011

Alfredo Altavilla, da novembre CEO della Iveco, è stato eletto Presidente dell’ACEA (Association des Constructeurs Européens d'Automobiles – Associazione dei Costruttori Europei di Automobili) per il 2011.
L’eclettico 47nne tarantino succede a Leif Johansson, attuale CEO del Gruppo Volvo.
“La principale priorità nel 2011, per il settore dei veicoli commerciali - ha dichiarato Altavilla - rimane quella di una piena ripresa dalla crisi economica e finanziaria - e, prevedendo che per tornare ai livelli pre-crisi occorrerà ancora qualche anno, continua - siamo ottimisti e confidiamo di mantenere la nostra posizione di leader nel mondo per la tecnologia”.

UNA VITA DEDICATA ALL’AUTOMOBILE E UNA CARRIERA SFOLGORANTE
Alfredo Altavilla nasce a Taranto nel 1963, figlio di un concessionario Lancia-Autobianchi, evidenzia sin da bambino una passione viscerale per le automobili disegnandole tutto il giorno.
Dopo aver conseguito il diploma in ragioneria si iscrive all’Università Cattolica di Milano alla facoltà di Economia e Commercio.
Grazie ad un docente lungimirante, Giorgio Walter Scott, Altavilla rispolvera la sua vecchia passione e collabora con il professore alla stesura di un libro sull’utilitaria Fiat Uno; il lavoro sarà fonte di ispirazione per la sua tesi di laurea, “Il modello del ciclo di vita applicato al settore automobilistico: il caso Uno”.
Dopo essersi laureato con 110 e lode, Altavilla inizia la sua carriera lavorativa come assistente universitario presso l'Università Cattolica di Milano.
Nel 1990 il Gruppo Fiat lo contatta per un colloquio. Poche settimane dopo viene assunto presso l’Azienda torinese con l’incarico di occuparsi dello sviluppo di prodotto e mercato presso la Direzione Sviluppi Internazionali.
Dal 1992 al 1995, inizia l’ascesa con l’assegnazione di incarichi via via sempre più importanti nell'ambito del marketing strategico e dello sviluppo prodotto.
Nel 1995 viene trasferito a Pechino in qualità di Responsabile dell'Ufficio Fiat Auto di Pechino dove rimarrà per quattro anni.
Nel 1999 viene spostato in India dove assume l'incarico di Responsabile delle attività in Asia.
Dal 2001 passa al Business Development e, nel 2002, gli viene assegnato il compito di coordinare le attività relative all'alleanza con General Motors fino al 2004, dove ne assumerà la gestione.
Nel settembre dello stesso anno viene nominato Presidente di FGP (Fiat/GM Powertrain JV) e Senior Vice President del Business Development di Fiat Auto.
Nel luglio del 2005 diventa , joint-venture tra Fiat Auto e Koç Holding (il più importante Gruppo metalmeccanico turco), mantenendo l’incarico di Business Development.
Dal novembre 2006 è Amministratore Delegato di FPT - Fiat Powertrain Technologies e fa parte del Group Executive Council (GEC) di Fiat Group.
A seguito dell’alleanza con Chrysler, nel 2009, entra nel Consiglio di Amministrazione della stessa e nel mese di ottobre dello stesso anno viene nominato Executive Vice President del Business Development di Fiat Group.
Dal 1 novembre 2010 ha assunto la carica di CEO di Iveco S.p.A.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino

Gamma Iveco