OmniAuto.it
Ferrovia penalizzata da TIR XXL - Eco e ambiente

8 settembre 2015
di E.M.
tag: Eco e ambiente

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Ferrovia penalizzata da TIR XXL

Studio tedesco rivela come gli eventuali “Gigaliner” sposterebbero traffico dalla rotaia alla gomma

Secondo uno studio di due professori tedeschi, Herbert Sonntag della TH Wildau, e Gernot Liedtke della TU di Berlino, commissionato dalla "Allianz pro Schiene" (Alleanza pro Rotaia), la libera circolazione dei TIR in versione XXL penalizzerebbe la ferrovia con rischio congenito di un peggioramento tendenziale anche dell'aria e un incremento delle emissioni.

7MILA TRANSITI IN PIÙ AL GIORNO
In Italia, tuttavia, si parlerebbe di un "conflitto di interesse" a proposito di uno dei due estensori della ricerca: sia Sonntag sia la TH di Wildau sono membri dell'organizzazione che ha sollecitato l'analisi. L'ipotesi è che l'introduzione dei cosiddetti Gigaliner, di cui in Germania è in corso una sperimentazione che coinvolge diverse realtà, con un istituti che valutano i risultati dei test, finisca per portare ancora più traffico sulla strada. I due docenti stimano 8 milioni di tonnellate/chilometro spostate dalla rotaia alla gomma, cioè il 7,6% dei volumi ferroviari attuali. Si tratterebbe di circa 7.000 viaggi al giorno in più

GIÀ PERSO 1% DEI VOLUMI
Gli operatori ferroviari si sentono già in "difficoltà" per via di un pedaggio stradale giudicato troppo basso e, soprattutto, delle ecoimposte che in Germania finanziano il sistema delle rinnovabili che sarebbe costato già una flessione dell'1% dei volumi nel 2014 e per l'anno in corso. Cioè circa 800 itinerari quotidiani in più di mezzi pesanti. I primi risultati della prova su strada dei Gigaliner sarebbero incoraggianti, tanto che il ministro federale dei trasporti, Alexander Dobrindt, aveva manifestato l'intenzione di accelerare l'iter per il via libera definitivo.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino