OmniAuto.it
Volkswagen rallenta la crescita - Attualità e Mercato

27 agosto 2015
di E.M.
tag: Attualità e Mercato, Volkswagen

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Volkswagen rallenta la crescita

In sette mesi la divisione Veicoli Commerciali ha venduto 256.600 unità, lo 0,4% in più rispetto allo stesso periodo del 2014

Rallenta la crescita dei volumi di Volkswagen Nutzfahrzeuge, la divisione dei veicoli commerciali del Colosso tedesco. Nei primi sette mesi sono state vendute 256.600 unità, contro le 255.400 dello stesso periodo del 2014, rispetto al quale le consegne sono aumentate dello 0,4% (nel primo semestre 2015 le immatricolazioni VW erano salite del 2,4%). A frenare l'espansione sono sempre l'Europa dell'Est e l'America del Sud, ma anche la Germania ha in parte “girato la spalle" al Gruppo, almeno in attesa dei nuovi modelli.

BENE TRANSPORTER E CRAFTER
Nel dettaglio, nei primi sette mesi del 2015 sono stati consegnati 102.500 Transporter, pari al 6,1% in più a confronto del 2014. Bilancio positivo anche per Crafter (27.600 esemplari venduti, + 3,9%), mentre hanno accusato flessioni sia Caddy sia Amarok. Il commerciale leggero ha ceduto il 2,8% a quota 83.600 unità (2.400 in meno), mentre il pick-up non è arrivato alla soglia delle 42.800 unità, -4.5%.

CONSEGNE IN CALO IN GERMANIA
Il Regno Unito ha continuato a dare soddisfazioni a Volkswagen Veicoli Commerciali grazie a una crescita dei volumi del 15,5% con 30.500 LCV venduti, quasi il 18% del totale dei 172.300 consegnati dal Costruttore tedesco nell'Europa Occidentale fra gennaio e luglio. Anche in Spagna gli affari sono lievitati in doppia cifra (+12,1%), mentre crescite consistenti sono state contabilizzate anche in Italia (+8,5%) e nei Paesi Bassi (+8,4%). Sul mercato domestico le consegne sono state 66.200, in calo del 2,5%. Nell'Europa Orientale la flessione è stata più forte: -22,1% con 17.200 unità.

VOLUMI A +54% IN TURCHIA
La Turchia (+53,7%) resta la testa ponte di Volkswagen verso il Medio Oriente (+47,8%): 17.500 veicoli commerciali immatricolati nel Paese su 19.900 nella regione. In Africa è stato registrato un aumento del 19,9% (9.100 mezzi) e nell'area dell'Asia Pacifico del 3,4% (8.200). Ancor brutte notizie dal Sud America, dove le vendite sono scese a 21.100 unità, cioè una contrazione dell'8,8%, dovuta anche alla fine della produzione locale del T2.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino