OmniAuto.it
Trasporto merci, multe più salate in Germania - Attualità e Mercato

24 agosto 2015
di E.M.
tag: Attualità e Mercato

Stampa
Invia ad un amico
Commenti (0)

Trasporto merci, multe più salate in Germania

Ritoccate fino a 500 euro le sanzioni sulle strade federali. In Austria, i veicoli Euro 6 sopra le 7,5 t esentati fino al 2020 dal divieto di transito notturno

Multe più salate dal primo agosto 2015 in Germania per le violazioni alle norme sull'autotrasporto delle merci (Güterkraftverkehrsgesetz, in sigla GüKG). Va dunque in archivio il pacchetto di sanzioni in vigore tra il 2011 e il 31 luglio di quest'anno. Le nuove sanzioni arrivano fino a 6mila euro con aumenti massimi attorno ai 500 euro. Ad esempio quelli che l'Ufficio Federale per il Trasporto delle Merci (BAG) può contestare per infrazioni sul cabotaggio che passano da 2.000 a 2.500 euro se si tratta di una "manovra" dolosa, mentre possono arrivare a 1.250 se gli ispettori ritengono si trattati di una violazione per "negligenza" (250 euro in più).

FINO A 3.000 SENZA IL CEMT
Gli autisti pizzicati senza il previsto permesso CEMT (o che non lo esibiscono), la multa schizza a 3mila euro (500 in più) se viene accertato la volontarietà, mentre in caso di "superficialità" l'entità della sanzione è della metà. I funzionari dispongono in alcuni casi di margini di discrezionalità sull'ammontare delle sanzioni, che valgono sia per gli atti intenzionali sia per quelli di negligenza.

EURO 6, VANTAGGIO COMPETITIVO IN AUSTRIA
Gli operatori che lavorano a livello internazionale e che hanno investito sui veicoli già Euro 6 tirano un sospiro di sollievo e beneficiano di un piccolo vantaggio competitivo in Austria. Per i veicoli commerciali sopra le 7,5 tonnellate, il divieto di transito notturno che avrebbe dovuto entrare in vigore con il primo di gennaio del 2016 è stato posticipato alla fine del 2020. In pratica, lungo la A12, fra Kufstein, la frontiera tra Germania e Austria, e Zirl, pochi chilometri a ovest di Innsbruck, gli Euro6 potranno circolare anche tra le 22 e le 5 del mattino (il divieto scatta due ore prima in inverno e la domenica vale dalle 23 alle 5) per altri 5 anni.

IL TIROLO CI RIPENSA
Si tratta di un'ottantina di chilometri che avvicinano, ad esempio, al Brennero. Le autorità austriache hanno deciso di spostare l'entrata in vigore del divieto di transito notturno anche in una parte del Tirolo a causa del ridotto numero di vettori Euro 6 in circolazione. Gli Euro 6 erano già esclusi dalla restrizione e questo provvedimento è un indiretto incentivo al rinnovamento della flotta. E non è esclusa una ulteriore proroga del termine anche oltre il 2020.

Listino del Nuovo

Tutti i veicoli commerciali
Vai al listino